Tutte 728×90
Tutte 728×90

Zanini: “Cosenza, io sposo il 3-4-3”

Zanini: “Cosenza, io sposo il 3-4-3”

Il difensore rossoblù: “A mio avviso per gli uomini che abbiamo in rosa sarebbe il modulo migliore. Sono sicuro che ci tireremo presto fuori da questa situazione. Nelle prossime due gare casalinghe bisognerà provare a fare bottino pieno”
zanini salutaMatteo Zanini sinora ha totalizzato cinque presenze coi Lupi. Due dall’inizio (foto mannarino)
Alla ripresa degli allenamenti in vista della sfida contro il Messina al San Vito si è presentato davanti ai cronisti Zanini che domenica contro il Lecce ha giocato la sua seconda partita da titolare. “L’esordio è avvenuto con la Juve Stabia ed è stato amaro perché è arrivata una sconfitta davanti ai nostri tifosi. Domenica ho giocato la mia seconda gara da titolare ma purtroppo il risultato non è stato positivo”. Molto dispiacere per l’esonero di Cappellacci. “Quando cambia un allenatore durante il campionato ti senti come se avessi fallito. Come uomo ero molto affezionato a mister Cappellacci perché mi ha aiutato tanto ad ambientarmi visto che è la prima volta che scendo a giocare al sud e a tanti chilometri di distanza da casa. Di sicuro, però, mi aspettavo di giocare di più però ho sempre accettato le sue scelte”. Il neo tecnico Roselli ha già allenato Zanini quando era molto giovane. “A 17 anni è stato mister Roselli a buttarmi nella mischia. Adesso lo ritrovo qui a Cosenza e sono sicuro che verremo fuori presto da questa situazione di classifica”. In questo inizio di stagione è mancato qualcosa a questa squadra. “Credo che in molte occasioni abbiamo sbagliato l’approccio alle partite e magari negli allenamenti eravamo un po’ molli. Credo che il problema era più che altro mentale piuttosto che fisico. Purtroppo a volte scendevamo in campo poco determinati”. Zanini è un giocatore che può essere utilizzato in diverse zone del campo. “Con gli elementi che abbiamo in rosa secondo me possiamo fare molto bene con il 3-4-3. A me non fa differenza se giocare alto o basso. Domenica, per esempio, il mister mi ha chiesto di badare di più alla fase difensiva perché c’era Calderini che spingeva molto ed ovviamente non ho avuto problemi. Se il mister mi dovesse chiedere di giocare come esterno di attacco sono a disposizione ma ovviamente hanno priorità i vari Calderini, Tortolano ecc”. Il campionato è ancora molto lungo ma il Cosenza ha bisogno di punti. “La classifica è molto corta, adesso abbiamo due gare in casa e bisognerà provare a fare bottino pieno”. (Marco Salfi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts