Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Cosenza, muoviamo la classifica. Cesca lo voglio in panchina”

Roselli: “Cosenza, muoviamo la classifica. Cesca lo voglio in panchina”

Il tecnico: “Grassadonia e il Messina hanno trovato il bandolo della matassa fuori casa. Noi proporremo una situazione tattica differente da quella di Lecce. I miei esterni non saranno vere e proprie ale, mi spiace per chi andrà in tribuna”.
roselli a lecceIl tecnico rossoblù Giorgio Roselli in occasione della trasferta di Lecce
Giorgio Roselli ha optato per un rifinitura pomeridiana terminata poco prima del calare dell’oscurità. Domani pomeriggio il Messina dirà cosa hanno appreso i suoi uomini in questi dieci giorni di lavoro e se la mano del nuovo allenatore influirà già sul risultato finale. Il Cosenza dovrebbe schierarsi con il 4-4-2, con la formazione che in settimana è stata provata maggiormente. A difesa di Ravaglia probabile l’impiego di Blondett e Ciancio sulle corsie laterali con la coppia Tedeschi-Magli in mezzo. A centrocampo Fornito farà l’esterno destro con Alessandro sull’out mancino. In mediana muscoli e qualità con Caccetta e Corsi, mentre Calderini sosterrà Cori in attacco. “E’ normale che dentro di me ci sia un po’ di adrenalina e mi senta maggiormente coinvolto rispetto a Lecce. So bene che contro il Messina sarà una partita completamente diversa: il Messina si difende con nove uomini dietro la linea della palla e attacca con tanti calciatori. I giallorrossi hanno preso tanti gol ma dopo quelle due gare con 10 reti incassate al San Filippo hanno preso degli accorgimenti e sono migliorati”. Domani il Cosenza dovrà scendere in campo con un atteggiamento diverso rispetto alle ultime gare al San Vito. “Sono molto realista ed ovviamente non mi aspetto dai ragazzi che facciano tutto quello che gli chiedo. Ci vuole un po’ di tempo perché assimilino determinate cose. Pretendo che la squadra faccia il massimo durante la gara”. Nella giornata di ieri la società ha regalato l’attaccante Cesca a mister Roselli con una trattativa lampo. “Cesca è una sorpresa: ho saputo soltanto ieri che veniva a Cosenza. Ci tengo a precisare che non ho chiesto il giocatore ma è stato un regalo del presidente Guarascio che mi ha chiesto cosa ne pensavo ed ovviamente non potevo che essere felice visto che conosco le sue qualità ed è un vero professionista”. In settimana è stato provato molto il 4-4-2. “Al momento sto cercando delle soluzioni al livello tattico per mettere nelle migliori condizioni alcuni giocatori. Gli esterni, Alessandro e Fornito, non saranno vere ali ma le loro posizioni dipenderanno dalle azioni precedenti. Con l’arrivo anche di Cesca la squadra giocherà quasi sempre con due attaccanti. Ci vuole equilibrio anche con l’esterno basso quindi se abbiamo l’esterno alto più offensivo dobbiamo avere l’esterno basso meno offensivo”. Tra i convocati c’è anche De Angelis. “Gianluca sta bene, ma ha poca autonomia perché è stato molto tempo fermo”. Il Cosenza già da domani dovrà cercare di ottenere punti. “I ragazzi di adesso sono più deboli e caratterialmente quando si scende in campo sentono il pallone che scotta. Bisogna aiutarli e sono convinto che ci riusciranno ad uscire da questa situazione se mi seguiranno al meglio. E’ importante che la squadra per prendere fiducia oltre ad avere dei miglioramenti sotto il profilo del gioco riesca soprattutto a fare punti”. (Marco Salfi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts