Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Roselli potrebbe dar fiducia agli stessi undici

Cosenza, Roselli potrebbe dar fiducia agli stessi undici

Le indicazioni della rifinitura parlano di una formazione pressoché identica a quella che ha pareggiato con il Messina. Venti convocati: non figurano in lista Sassano, Carrieri e Tortolano.
caccetta a materaCaccetta in azione durante la partita vinta a Matera. Sarà il capitano (foto mannarino)
La formazione che il Cosenza opporrà alla Vigor Lamezia potrebbe essere identica a quella che ha pareggiato, giocando bene, contro il Messina. E’ quanto emerso dalla rifinitura odierna al Sanvitino svolta subito dopo ora di pranzo. Il tecnico Roselli a margine della seduta di allenamento ha convocato venti calciatori: i portieri Ravaglia e Saracco; i difensori Ciancio, Zanini, Blondett, Tedeschi, Magli, Sperotto e Bertolucci; i centrocampisti Alessandro, Fornito, Arrigoni, Corsi, Caccetta, Criaco; gli attaccanti Calderini, Cori, Cesca, Mosciaro e De Angelis. “In settimana ho provato alcune soluzioni, ma in linea di massima non ho dubbi sciogliere – ha detto l’allenatore – Gli esperimenti fatti nel corso del sedute fanno parte di quel processo che è iniziato a Lecce e che mi serve per capire di che pasta siamo fatti. I calciatori si stanno allenando nel modo migliore: nessuno tira indietro la gamba, magari pecchiamo in carattere”. Davanti a Ravaglia, pertanto, dovrebbero giostrare Ciancio e Sperotto sulle corsie laterali e la coppia Tedeschi-Magli in mezzo. A centrocampo l’ex trainer del Pavia è altrettanto chiaro: “Non vedremo mai in campo due con caratteristiche simili come Fornito e Criaco, ma lo stesso Criaco e Arrigoni hanno le stesse possibilità di giocare Alessandro e Corsi”. Probabile che con Caccetta ci sia ancora Corsi, con Fornito e Alessandro lasciati larghi. In attacco Cori-Calderini con Mosciaro destinato ad un’altra tribuna. “Doverne spedire cinque fuori dalla distinta è una situazione che mi rammarica, ma la serietà vuole che fino a gennaio tutti debbano dare il massimo. Siccome pecchiamo in carattere qualcuno potrebbe abbattersi ed è difficile poi venirne fuori. Il calcio, però, ti cambia la vita da un giorno all’altro, ecco perché chiedo a chiunque di stare sul pezzo. Mosciaro? Le mie parole devono servirgli da stimolo. C’è la Coppa di mezzo, voglio vedere tutti e pian piano lo sto facendo. Cesca sta bene, sa che è stato fermo da un po’ e che deve trovare ritmo partita”. (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts