Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Fornito, continua così. Il Cosenza saprà valorizzarti”

“Fornito, continua così. Il Cosenza saprà valorizzarti”

Il procuratore Gallina soddisfatto del momento del suo assistito: “Mi meravigliava un po’ che qualcuno volesse contendergli i calci piazzati”. In estate i Lupi provarono, senza riscontri, a sondare il terreno per strappare al Napoli il diritto di riscatto.
calderini-fornitoCalderini si complimenta con Fornito davanti al tecnico Roselli (foto mannarino)
Il personaggio del momento è Giuseppe Fornito. Il talento di Trebisacce ha trovato sabato pomeriggio il suo primo gol tra i professionisti nel modo in cui gli riesce meglio. Calciare punizioni a foglia morta è una qualità riconosciutagli anche al Napoli da Benitez, tanto da inserirlo di sovente nelle sfide con Hamsik e Insigne. A fare il punto della situazione è l’agente Fifa Francesco Gallina, suo procuratore fin da bambino. “Sono sicuro che il Cosenza centrerà l’obiettivo della salvezza – dice dalle colonne del Garantista – del resto con Meluso siamo stati sempre in sintonia su tutto. Il direttore è una persona per bene, educata e professionale al massimo: il suo lavoro sta venendo fuori alla lunga e sarà il campo a riconoscergli i giusti meriti”. In estate al momento di sottoscrivere i documenti del prestito, il presidente Guarascio e lo stesso Meluso, intuite le potenzialità, provarono a sondare il terreno con il Napoli per il diritto di riscatto. Di cifre, però, non si parlò nemmeno perché il ragazzo è destinato ad altri palcoscenici. “Sono molto contento di come stanno andando le cose – continua Gallina – Giuseppe si sente a casa ed è quello che conta maggiormente. Sapevamo che la Lega Pro sarebbe stato un torneo dove servivano gli attributi: servirà per forgiare il carattere del mio assistito”. La prima prodezza se l’è gustata da lontano. “Era la zolla perfetta per un sinistro vellutato, sembra che l’abbia scelta a posta. Per me non è una novità il suo gol da calcio franco. Anzi, mi meravigliavo un po’ di come qualcuno volesse contendergli i calci piazzati negli ultimi tempi”. A margine di un buon precampionato qualche panchina di troppo. “Cappellacci ha capito successivamente la sua importanza, tanto che non l’ha più levato dall’undici titolare. Roselli e De Angelis invece hanno saputo ritagliargli una nuova posizione: hanno sorpreso anche me, ma devo fare i complimenti al tecnico per come ha cambiato volto alla squadra”. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it