Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: derby vero tra Cosenza e Catanzaro. Gol, espulsi e pareggio (1-1)

Berretti: derby vero tra Cosenza e Catanzaro. Gol, espulsi e pareggio (1-1)

A Commisso risponde Montagnese nei minuti finali che poi viene mandato sotto la doccia insieme a Dodaro. Per i rossoblù anche un palo colpito da Trombino.
berretti a lecce
E’ stato un derby vero quello tra le Berretti del Cosenza e del Catanzaro. Quando si sfidano rossoblù e giallorossi, del resto, non esiste sport in cui gli animi non siano surriscaldati dalla voglia di prevalere sportivamente sui rivali di sempre. E’ terminato 1-1 il match, ma in campo non è mancato affatto l’agonismo che ha generato quattro ammoniti, due espulsi e quasi dieci minuti di recupero tra primo e secondo tempo. Insomma, per gli amanti del pallone tutti gli ingredienti per un pomeriggio di calcio vero. CRONACA. Sarcinella deve rinunciare a Cortese, Bilotta e Puterio infortunati, mentre Aloise, Licciardi e Sidoti restano fuori per scelta tecnica. In porta c’è Calderaro, la diga di centrocampo è composta come al solito da Chidichimo e Falbo. Perrotta in avanti è supportato da Reda, Nigro e Costabile. Il primo squillo è di marca rossoblù. Perrotta riceve palla poco fuori dall’area di rigore e calcia dopo aver controllato. E’ un fendente pericoloso su cui Cannizzaro è bravo a distentersi e a deviare in corner. La risposta al 13′. Il Catanzaro con una fitta rete di passaggi permette a Fedele di provarci da posizione invitante, ma il tentativo non sortisce gli esiti sperati e l’azione sfuma. Gli ospiti iniziano a prendere le redini del match e in successione bussano dalle parti di Calderaro prima con Dodaro (parata), poi con Guidetti a cui viene annullato il gol del vantaggio tra le proteste e infine ancora con Guidetti su cui è miracoloso Montagnese. In quest’ultima occasione è evidente l’errore della retroguardia dei Lupacchiotti che ha permesso all’attaccante di presentarsi da solo in area di rigore. Sarcinella lascia Costabile negli spogliatoi ed inserisce Chiappetta, ma nella ripresa il leit-motive non cambia. Guidetti, tra i migliori delle Aquile, fa la barba al palo, un minuto dopo serve l’assist vincente dopo aver rubato palla a centrocampo. A portare in vantaggio il Catanzaro al 6′ è Commisso che festeggia in maniera vigorosa. A metà secondo tempo entra Trombino per Reda e il nuovo attaccante si mette subito in evidenza colpendo il palo. E’ il via ad un assalto finale che trova sbocco al minuto 37, appena due giri d’orologio più tardi del cartellino rosso sventolato da Molinaro di Lamezia Terme n faccia a Dodaro. E’ Montagnese, il capitano, a gonfiare la rete e ad esultare da matti con i compagni di squadra. Prima del triplice fischio finale c’è tempo per un’altra espulsione: tocca proprio a Montagnere chiudere anzitempo il match. (Luigi Brasi)

Il tabellino:

COSENZA (4-2-3-1): Calderaro; Novello, Rizzuto, Montagnese, De Rose; Chidichimo, Falbo (47′ st Canonaco); Reda (23′ st Trombino), Nigro, Costabile (1′ st Chiappetta); Perrotta. A disposizione: Pizzino, Arlia, Greco, Prete. All.: Sarcinella
CATANZARO: Cannizzaro, Barberi, Fedele, Commisso, Rijtano, Cinquegrana, Benincasa (14′ st Matellicani), Dodaro, Petrone, Giudetti (34′ st’ Vitale), Pugliese (11” st Bruno). A disposizione: Spinelli, Lugliese, Guido, Bonadio. All.: Procopio
ARBITRO: Molinaro di Lamezia Terme
MARCATORI: 6′ st Commisso (CZ), 37′ st Montagnese (CS)
NOTE: Terreno di gioco pesante. Spettatori 200 circa. Espulsi al 35′ st Dodaro (CZ) ed a 44′ st Montagnese (CS) entrambi per comportamento irriguardoso. Ammoniti: Dodaro (CZ), Cinquegrana (CZ), Chidichimo (CS), Falbo (CS). Angoli 6-5 per il Catanzaro. Recupero: 2′ pt – 7′ st
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts