Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Ho preso la squadra in un burrone e ora siamo affidabili”

Roselli: “Ho preso la squadra in un burrone e ora siamo affidabili”

Il tecnico del Cosenza loda i suoi: “Fare punti qui è difficile e lo sarà per tutti. Ringrazio la gente di Cosenza per la fiducia. Con le nostre prestazioni determineremo le presenze allo stadio”
roselli a martinaGiorgio Roselli in panchina a Martina con De Angelis e Marulla (foto mannarino)
Il Cosenza si gode il quinto risultato utile consecutivo. Ma quanto paura al Tursi di Martina Franca. Ravaglia, capitano a sorpresa (in molti si attendevano Blondett che con Cappellacci era stato promosso a vice di Mosciaro), si è dimostrato fondamentale. Se il Cosenza tira un sospiro di sollievo lo deve soprattutto al suo portiere che, dopo un inizio di stagione difficile, è diventato una pedina fondamentale dello scacchiere di Giorgio Roselli. Il tecnico a fine gara analizza il match. “Onestamente sono molto soddisfatto. Fare punti qui è difficile e lo sarà per tutti. Chiedere alla Salernitana. Oggi abbiamo reagito ad una situazione difficile ed è una crescita che ha mostrato il gruppo. Tempo fa eravamo in un burrone altro che fosso. Ringrazio i ragazzi per l’impegno che ci stanno mettendo”. Capitolo esterni. “Mi è piaciuta la velocità di Tortolano ed è quello che ci serviva. Qualche volta però abbiamo gestito male la palla. Calderini? Ora è un giocatore affidabile e può ancora migliorare”. Poi Roselli si sofferma sui nei della sua squadra. “Non è mi piaciuto aver gridato troppo nel primo tempo anche se abbiamo fatto delle cose ottime. Io voglio che il Cosenza sia affidabile e concreto. Il lavoro che stiamo facendo è su questa linea”. Finale dedicato ai tifosi. “Ringrazio la gente di Cosenza per la fiducia ma chiedere di venire allo stadio è troppo. Vedrete che con i risultati la gente arriverà. Molto dipenderà da noi”. (Ernesto Fidi)

Related posts