Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Puniti su ogni errore ma sono fiero dei miei ragazzi”

Roselli: “Puniti su ogni errore ma sono fiero dei miei ragazzi”

Il tecnico sul cambio modulo: “Abbiamo iniziato bene. Poi c’è stato il ritorno dei padroni di casa. Un paio di episodi hanno capovolto la partita”.
roselli a beneventoRoselli in panchina a Benevento con De Angelis (beneventocalcio.it)
Il Cosenza inizia alla grande e finisce alla grande. Nel mezzo delle disattenzione che hanno consentito al Benevento di portare a casa i tre punti. Il tecnico ha varato un 5-4-1 che ha tenuto il primo quarto d’ora il Cosenza in partita. Poi i campani hanno preso le contromisure e hanno punito i silani nel giro di 25 minuti. A fine gara il tecnico rossoblu Giorgio Roselli ha precisato. “Abbiamo iniziato bene. Poi c’è stato il ritorno dei padroni di casa. Un paio di episodi hanno capovolto la partita e va dato merito al Benevento di aver vinto meritatamente. Non siamo stati noi bravi a creare determinati situazioni e il Benevento ha determinati giocatori che diventa difficile giocare alla pari. Purtroppo hanno dei calciatori tecnicamente superiori anche se il Cosenza ha dimostrato anche oggi fino alla fine che voleva fare risultato. Il gol di Marotta? Un capolavoro che dimostra la forza della rosa dei campani”. Poi una precisazione sul cambio modulo nella ripresa. “L’ingresso di Corsi ci ha permesso di essere più propositivi e di aumentare di intensità in mezzo al campo. Nel primo tempo eravamo in evidente difficoltà. Poi nella ripresa ci siamo compattati e alla fine se avessimo segnato il 3-3 nessuno avrebbe gridato allo scandalo”. Poi Roselli sottolinea. “Sapevamo che qui a Benevento dovevamo sbagliare poco. Questa è una squadra che può massacrarti. Sapevamo di dover soffrire e che ci sarebbe stato il rischio di perdere. Però consentitemi di elogiare i miei ragazzi perché hanno dato tutto fino alla fine seppur sbagliando in alcuni frangenti”. Aspetti positivi. Tra questi non si può non parlare di Tortolano e della sua gran vena. “Sembrava che questi giocatori fossero finiti. Invece ora sento che ci sono squadre interessate a loro. Piccolo merito per me e grande per loro perché stanno dimostrando il loro vero valore”. Dopo Lecce è arrivata la seconda sconfitta. Roselli non fa drammi. “Per tirarsi fuori dalla zona calda serve un’impresa. Aver fatto queste risultati positivi ci deve riempire d’orgoglio. Non si può sempre vincere e trovare punti contro chiunque. Ma sono sicuro che questa è la strada giusta e i ragazzi sanno bene che la strada ancora lunga”. Finale con sguardo alla classifica. “Il rischio è che per come sta andando il campionato in basso potrebbero anche non bastare 41-42 punti. Ci sono risultati che fanno pensare questo e che, di fatto, devono farci capire che serve ogni domenica la massima lucidità e freschezza per arrivare all’obiettivo”. (Luca Becci)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it