Tutte 728×90
Tutte 728×90

Meluso: “Seguiamo quattro-cinque esterni”. Biccio e Buonaiuto sulla lista

Meluso: “Seguiamo quattro-cinque esterni”. Biccio e Buonaiuto sulla lista

Il direttore sportivo del Cosenza potrebbe regalare a Roselli prima della gara col Melfi l’ala di cui il tecnico ha bisogno: “Per gli altri reparti aspettiamo l’evolversi del mercato”.
meluso al cellIl telefono del ds del Cosenza Mauro Meluso in questi giorni è rovente (foto mannarino)

Il Cosenza inizia timidamente ad uscire allo scoperto, anche perché il club è intenzionato a regalare a Roselli l’esterno che completerebbe il reparto dei calciatori offensivi entro il sei gennaio. In una lunga intervista concessa al “Garantista”, il direttore sportivo Mauro Meluso è stato pungolato sull’argomento ma è rimasto abbottonato come suo solito. Qualche indicazione, tuttavia, l’ha fornita. Sul suo taccuino i nomi più caldi sono due, entrambi già noti ai tifosi rossoblù ma per motivi diversi. Il primo, che sarebbe un ritorno clamoroso da titolo in prima pagina, è Pietro Arcidiacono (’88). Biccio fa clamore ogni volta che viene accostato ai Lupi e il suo amore per la città non è in discussione, al punto che spesso e volentieri è facile beccarlo in riva al Crati dove ha lasciato tanti amici. Lascerà il Martina come Carretta (già finito al Matera, ndr) ed ha solo l’imbarazzo della scelta. Il suo agente ha già parlato con la Juve Stabia che sembra in pole, ma anche con Vicenza, Pisa, Barletta e altre tre-quattro squadre di Lega Pro di livello minore. Roselli ha detto di prenderlo al volo, ma Guarascio non vuole sentirne parlare. Per rivedere Arcidiacono al San Vito, pertanto, servirebbe una lunga opera di convincimento verso il presidente. L’altro nome, per cui Meluso fece un tentativo già in estate (clicca qui per leggere l’articolo) è Cristian Buonaiuto (’92). Nell’ultima stagione è stato in prestito al Padova, ora fatica a trovare spazio a Teramo, ma è di proprietà del Benevento a cui è legato da un contratto fino al 2016. E’ un destro naturale, ma ama giostrare sulla corsia mancina per fungere talvolta da seconda punta. Il ds Di Somma a luglio provò ad inserire nella trattativa l’esperto Vinicio Espinal (’82), ma quest’ultimo non era nelle grazie di Cappellacci e saltò tutto. “Seguiamo quattro-cinque calciatori con quelle caratteristiche – ha detto Meluso nella sua intervista – Gli acquisti non saranno comunque collegati alle cessioni e per adesso non sono previsti annunci. Cerchiamo un esterno offensivo, poi vediamo l’evolversi della situazione per gli altri reparti. Lo stesso Roselli ha sottolineato che non c’e nulla da rivoluzionare. Si è creato un gruppo compatto senza personalismi, tutti devono dare un contributo al Cosenza, il bene supremo. In questo contesto, con l’aiuto dei risultati, si è creata la giusta unita di intenti”. (co. ch.)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts