Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio si dimette da consigliere di Lega: “Un segnale per smuovere le acque”

Guarascio si dimette da consigliere di Lega: “Un segnale per smuovere le acque”

Il patron del Cosenza contro l’immobilismo: “Con Lombardi abbiamo inteso favorire un rasserenamento, auspichiamo che siano i club stessi a completare le riforme della Lega Pro”. 
guarascio sorrideIl presidente del Cosenza Calcio Guarascio sorridente al San Vito (foto mannarino)
Ieri mattina il presidente del Cosenza Eugenio Guarascio e il suo collega della Casertana Lombardi hanno annunciato le proprie dimissioni dal Consiglio di Lega. Probabile che a breve anche gli altri consiglieri facciano altrettanto per scuotere la Lega Pro dall’immobilismo venutosi a creare dopo la mancata approvazione del bilancio presentato da Mario Macalli. Anche Tavecchio nei giorni scorsi aveva sollecitato una nuova assemblea elettiva per dare vita ad una governance in grado di poter far voltare pagina alla terza serie nazionale. “C’è una spaccatura evidente – spiega il patron dei Lupi Guarascio – una forte contrapposizione tra le parti. La discussione, tuttavia, non si può risolvere semplicemente dicendo di essere pro-Macalli o pro-Ghirelli, ma serve maturare la consapevolezza che non è questione di uomini. Il nostro gesto è finalizzato a favorire un rasserenamento tra le parti e a ritrovare l’unità di intenti per completare finalmente la riforma iniziata tempo addietro”. Guarascio ha le idee chiare su come bisognerebbe realizzare i progetti per ora rimasti su carta. “Mettendo a disposizione delle 60 società il nostro mandato intendiamo andare oltre i personalismi affinché si svolga questa assemblea elettiva, insomma speriamo di smuovere le acque. Sia chiaro che a noi interessa esclusivamente affrontare di petto i problemi e ci piacerebbe che fossero direttamente le società a completare la serie di riforme. Il messaggio vorrei arrivasse pure al presidente della Figc Tavecchio che nel giorno del suo insediamento ha mostrato molta sensibilità verso la Lega Pro”. L’analisi del numero uno del Cosenza non si ferma qui. “L’esperimento di Sportube è riuscito ed ha dimostrato quanto possa valere un prodotto del genere. Il bacino d’utenza dei nostri campionati, specialmente di quello meridionale, è consistente: questo significherà pure qualcosa. Auspichiamo un cambiamento radicale per ciò che concerne la questione dei settori giovanili e degli stadi, magari seguendo il modello tedesco che a me piace tanto. Basta poco per recuperare tutto il tempo perso, ma i problemi vanno affrontati con decisione”.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts