Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Rose e Danti: prima volta al San Vito da ex

De Rose e Danti: prima volta al San Vito da ex

I due golden boy del settore giovanile del 1914 prenderanno parte al match, mentre Biancolino è infortunato e non scenderà in campo al cospetto dei suoi vecchi tifosi.
derose barlettaCiccio De Rose in azione durante la gara di andata vinta 3-0 dal Barletta sul Cosenza
Il Barletta di Marco Sesia, a +6 sul Cosenza e lontanissimo dalla zona playout è senza dubbio alcuno la squadra più in forma del momento. Nelle ultime sette giornate i biancorossi hanno pareggiato con l’Aversa prima di infilare cinque vittorie consecutive ai danni di Vigor Lamezia, Salernitana, Foggia, Ischia e Messina. L’1-1 conquistato in rimonta sette giorni fa con il Lecce ha il sapore di un successo. Nono in classifica a quota 29 punti (nove vittorie, cinque pareggi ed otto sconfitte), seconda miglior difesa del torneo (appena 16 reti subite, una in più della Salernitana) ha voltato decisamente pagina rispetto ad inizio campionato quando tra il settimo e l’undicesimo turno arrivarono una serie di ko che avevano fatto pensare ad un imminente e quasi scontato esonero di Marco Sesia, un nome che i tifosi dei Lupi non ricordano con piacere a causa di un gol con la maglia dell’Ancona che stoppò la favolosa rimonta del Cosenza di Zaccheroni. Il modulo base è il 4-3-3 che in fase di non possesso blinda la porta difesa da Liverani serrando le fila e chiudendo gli spazi. La formazione classica vede la retroguardia composta da Meola sulla destra, dalla coppia di marcatori Stendardo-Radi e dall’esperto Cortellini a sinistra. A centrocampo la fantasia e le geometrie di Quadri sono ben supportate dai muscoli del francese Legras e da Ciccio De Rose. In avanti il gruppo non ha sofferto per nulla la partenza di Floriano perché ha trovato in Domenico Danti e in Venitucci ottimi elementi di rifinitura per le folate offensive del bomber Fall. A proposito di Danti e De Rose, torneranno per la prima volta al San Vito. Il primo fu ceduto a gennaio del 2010 al Siena che poi a giugno lo portò in Toscana per girarlo alla Reggina, mentre undici mesi dopo “polpaccio” accettò le lusinghe della Reggina venendo incontro al momento di grande difficoltà che attraversava il 1914. Due ragazzi dal cuore rossoblù che non hanno mai nascosto la loro passione. C’è anche un terzo ex, Raffaele Biancolino che però è infortunato e non dovrebbe scendere in campo. 
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts