Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti, severa batosta per il Cosenza. La Reggina vince 3-0

Dopo lo 0-4 dell’andata gli amaranto dilagano con Puntoriere, Ammirati e Gioia. Costabile nella ripresa sbaglia un calcio di rigore che Palumbo para.
salernitana-cosenzaok
Non è riuscito il Cosenza di Tonio Sarcinella a vendicare lo 0-4 maturato nel match di andata contro la Reggina. In quell’occasione i Lupacchiotti furono sfortunatissimi, mentre ieri pomeriggio hanno patito la differenza di qualità presente nei due organici. Ne è uscito fuori un secco 3-0, risultato che però sarebbe stato meno pesante se i rossoblù non avessero fallito un calcio di rigore nel secondo tempo. CRONACA. Nel Cosenza manca Falbo, convocato da Roselli per la prima squadra, mentre in porta prende posto tra i pali Bellanza. La Reggina si rende subito pericolosa sui tiri franchi grazie a Bramucci, abile nel saperli calciare in maniera tagliata. Su uno di questi proprio Bellanza è super, successivamente graziato sul tap-in da Paviglianiti che calcia in aria da due passi. La Reggina tiene il baricentro molto alto tanto da concedere agli ospiti solo alcune ripartenze. Al 27′ Puntoriere sembra Tomba nello slalom e si insinua in area avversaria. Calcia quasi a botta sicura, ma è il montante a negargli la gioia del gol. L’appuntamento con la gloria personale è solo rimandato di qualche minuto, vale a dire quando la retroguardia silana gli serve su un piatto d’argento la palla del vantaggio. L’1-0 è ovviamente meritato. Prima del break, tuttavia, arriva il raddoppio. Ammirati da una trentina di metri prende la mira e calcia di potenza: la sfera si insacca in rete rendendo vano il tentativo del pipelet rossoblù. La ripresa inizia con due sostituzioni nei primi minuti: Trombino e Chidichimo rilevano Chiappetta e Fabbricatore, ma gli effetti sperati non arrivano. Anzi, ecco che la Reggina fa 3-0 grazie alla rete di Gioia (18′). Il gol della bandiera per il Cosenza potrebbe arrivare al 25′ quando Franco di Locri ravvisa gli estremi per un rigore dopo un fallo di mano di Cotroneo in area. Dagli undici metri però Costabile si fa ipnotizzare da Palumbo e l’azione sfuma. Il match di fatto si chiude qua, ma per Sarcinella piove sul bagnato quando perde Trombino per un infortunio muscolare. (Luigi Brasi)

REGGINA-COSENZA 3-0
REGGINA (4-2-3-1): Palumbo; Scionti, Draghici, Cotroneo, Ammirati; Lorefice, Gioia; Paviglianiti (1′ st Scopelliti), Di Napoli (13′ st Mangiola), Puntoriere (15′ st Cataldi); Bramucci. A disp.: Pellegrino, Potrone, Saglimbeni, Scalone. All.: G. Tedesco
COSENZA: Bellanza, Billotta, Novello, Canonaco, Rizzuto, Arlia, Fabbricatore (22′ st Paura), Gaudio (10′ st Chidichimo), Chiappetta (10′ Trombino), Nigro, Costabile. A disp.: Pizzino, Montagnese, Aloise, Reda. All.: T. Sarcinella
ARBITRO: Franco di Locri
MARCATORI: 33′ st Puntoriere, 40′ st Ammirati, 18′ st Gioia
NOTE: Spettatori una cinquantina. Al 25′ Palumbo (R) para rigore a Costabile (C). Ammoniti: Fabbricatore (C), Ammirati (R). Recupero: 1′ pt – 3′ st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it