Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lupa Roma-Cosenza: l’avversario

Lupa Roma-Cosenza: l’avversario

Cucciari ha abbandonato il 4-3-3 per passare al 3-5-2, ma a Pagani ha schierato il 4-3-1-2 con Cerrai dietro Tulli e l’argentino Leccese. La squadra ha patito la partenza di Perrulli.
esulta luparoma acsL’esultanza della Lupa Roma nel match disputato a Cosenza all’andata (foto mannarino)
La Lupa Roma sta onorando al massimo la sua prima stagione nella Lega Pro Unica, tanto che il Cosenza ne sa qualcosa. All’andata la compagine di Alessandro Cucciari sbancò meritatamente il San Vito imponendosi per 2-1 sulla formazione allenata all’epoca da Roberto Cappelacci. Rispetto a quel match, tuttavia, tanto è cambiato. Quello non fu l’unico acuto dell’avvio di stagione dei capitolini, che anzi si guadagnarono la palma di sorpresa delle prime dieci giornate di campionato, nel corso delle quali furono stabilmente in orbita playoff e persero una sola gara (3-1 a Matera alla sesta), vincendone quattro e pareggiandone cinque. Alla sconfitta in casa della Juve Stabia nell’undicesimo turno, fecero tuttavia seguito altre cinque debacle nelle successive otto partite che fecero precipitare i sogni di gloria dei romani, ora stabilitisi in una parte di classifica pericolosissima. Proprio insieme al Cosenza e al Messina occupano la quintultima posizione a quota 24: ad oggi una delle tre dovebbe disputare i playout. Il calo degli uomini di Cucciari può essere considerato fisiologico per una squadra che ha fatto dell’entusiasmo della matricola il vero motore per un avvio oltre le aspettative. Il tecnico laziale ha sfruttato la voglia di stupire dei suoi proponendo un gioco ben più frizzante e veloce di quello che ci si aspetterebbe da una neopromossa che non fa certo della qualità tecnica e dei nomi in rosa le sue armi migliori. Orfano nel mercato invernale di Hoxa, Moras, Testardi e Perrulli (vero motore della squadra e passato alla Salernitana), Cucciari potrà invece contare sul centrocampista Vitale (arrivato dal Chieti), sugli attaccanti Del Sorbo (in gol all’esordio con il Catanzaro) ed Alessandro Tulli, sul difensore Masi e sul centrocampista, fresco di ingaggio, Astarita (prelevato dall’Ascoli). Per il resto, Cucciari ha dato nelle ultime settimane una svolta tattica, affidandosi ad un più solido 3-5-2. Lo schema, che potrebbe riproporre anche domani a dispetto di un 4-3-3 di suo gradimento, a Pagani ha però lasciato spazio al 4-3-1-2. Ad ogni modo la Lupa Roma dovrebbe scendere in campo con Rossi tra i pali (ma goleador col Messina), Frabotta (o Conson) e Celli a fungere da terzini, Pasqualoni, Cascone a completare il pacchetto difensivo agendo in marcatura. Se Cucciari dovesse confermare il 4-3-1-2 di Pagani allora Raffaello e Bariti sarebbero gli alfieri ai lati di Capodaglio con Cerrari a sostegno di Tulli e di uno tra Tajarol e Leccese. In caso contrario toccherebbe a Del Sorbo fungerebbe da ala sinistra. (co. ch.)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts