Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “La giornata più triste della mia carriera. Calderini? Non è un mio problema”

Roselli: “La giornata più triste della mia carriera. Calderini? Non è un mio problema”

Il tecnico è visibilmente amareggiato nel post partita: “Al di là del fatto che dobbiamo buttare dentro la palla ed essere più incisivi e cattivi ma altre cose non sono accettabili in una categoria professionistica”.
roselli protesta a romaRoselli e Marulla protestano vibratamene dopo il rigore negato a MagliScuote il capo a fine gara Giorgio Roselli. Il tecnico silano non ci sta a perdere in questo modo. Il Cosenza ha da rimproverarsi molto, soprattutto la poca incisività sotto porta. Certo è che la sconfitta di oggi è viziata da una direzione arbitrale approssimitava. E Roselli non nasconde la sua delusione ai microfoni di Jonica Radio. “Abbiamo regalato un tempo e ci abbiamo messo del nostro. Abbiamo fatto male permettendo alla Lupa Roma di andare in vantaggio meritatamente. Ma permettetemi di dire una cosa: oggi è stata una delle giornate più tristi della mia carriera. Quello che è successo qui ad Aprilia è difficile da commentare perché è vero che abbiamo regalato un tempo ma quello che è successo nel secondo tempo mi lascia in difficoltà. Al di là del fatto che dobbiamo buttare dentro la palla ed essere più incisivi e cattivi ma altre cose non sono accettabili in una categoria professionistica. Gli ultimi quindici minuti non si è più giocato”. Il tecnico è visibilmente amareggiato. E prosegue. “Ribadisco quella di oggi è una delle giornate più tristi della mia carriera. Quello che ho visto oggi non lo avevo mai visto. Qui si fa del male a tutti, c’è di mezzo la salute delle persone. Mi assumo le responsabilità della sconfitta ma credetemi se vi dico che c’è un limite a tutto. Il gol annullato era regolare, il rigore era talmente limpido che faccio fatica a pensare che non lo abbia dato. E’ assurdo perdere così. Ed è inaccettabile accettare determinate sconfitte. Abbiamo costruire quattordici-quindici palle gol nel secondo tempo e fa male accettare questa sconfitta, lo ripeto ancora una volta. Ho poco da rimproverare ai miei ragazzi e lavoreremo per fare bene contro la Casertana”. E su un possibile addio di Calderini al Lecce, Roselli ammette: “Non è un problema mio. Io alleno i giocatori che ho”. (Ernesto Lepore)

Related posts