Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Pontedera: le pagelle

Cosenza-Pontedera: le pagelle

Bene Saracco che nel primo tempo è autore di due interventi fondamentali. In mezzo al campo Fornito è a suo agio. Cesca isolato e incapace di provare pericoli.
esultanza con ponte firmaL’esultanza dei rossoblù dopo la rete realizzata da Marco Criaco nella ripresa (foto mannarino)
Il Cosenza di Coppa è sornione, cinico. La gara di andata della semifinale di Coppia Italia vede i silani spuntarla su un Pontedera intraprendente per un tempo e che, nella ripresa, non riesce quasi mai ad impensierire i silani. Da segnalare la prestazione super di Fornito che lascia più di un dubbio sulle scelte di Roselli di utilizzarlo col contagocce negli ultimi due mesi.
SARACCO: VOTO 6. Fondamentale nel primo tempo quando nega a Libertazzi, per ben due volte, la rete del vantaggio ospite. Nella ripresa un’uscita a vuoto rischia di compromettere la sua buona prova
CIANCIO: VOTO 6. Si propone a tratti e si preoccupa più delle avanzate di Galli che non di dare supporto a Criaco.
ZANINI: VOTO 6. Gioca una gara attenta senza infamia e senza lode. Nella ripresa uno spunto interessante con conclusione imprecisa.
CARRIERI: VOTO 5,5. Nel primo tempo soffre i tagli di Libertazzi. Gli va bene che gli avanti avversari sono imprecisi. Meglio nel gioco aereo.
BLONDETT: voto 5,5. Nel primo tempo commette un errore ciccando il pallone di testa e regalando la sfera a Libertazzi che, per sua fortuna, ritarda la conclusione. Nella ripresa meglio ma in una circostanza si lascia saltare con troppa facilità.
CORSI: VOTO 5,5. Gioca una gara maschia al servizio di Fornito. Quando deve impostare mostra tutti i suoi limiti.
FORNITO: VOTO 6,5. In mezzo al campo si trova a suo agio e fa alcuni numeri interessanti. Dovrebbe verticalizzare di più visto che ha un piede morbido. Nella ripresa sfonda centralmente mostrando una tecnica sopraffina. Domanda a Roselli: un giocatore così perché resta in panchina? Misteri del calcio.
CRIACO: VOTO 6,5. Qualche spunto interessante e poco più. Poi la rete spettacolare che sblocca il match.
TORTOLANO: VOTO 5,5. Molto mobile con il pallone tra i piedi, poco incisivo. Dovrebbe giocare maggiormente senza palla ma, purtroppo, non lo fa mai.
CESCA: VOTO 5. Rispetto a Tortolano è poco mobile e poco incisivo. La squadra lo cerca col contagocce ma lui fa ben poco per richiamare a se i palloni.
CALDERINI: VOTO 5,5. Vaga tra il centro e il versante sinistro senza riuscire ad essere mai pericoloso. Qualche fischio accompagna la sua sostituzione ad inizio ripresa.
ALL. ROSELLI: VOTO 6. Molti dei giocatori utilizzati non saranno del match domenica a Catanzaro. La speranza è che tra questi non ci sia Fornito. Un cosentino al Ceravolo dà sempre qualcosa in più.
STATELLA: VOTO. 6. Inizia col piglio giusto. Intraprendente palla al piede.
ARRIGONI: VOTO 6. Meglio di Corsi. Soprattutto in fase di palleggio.
CHIDICCHIMO: VOTO S.V. Troppo poco in campo per essere giudicato. Un in bocca al lupo per il futuro vista la sua giovane età.

Related posts