Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “La sostituzione di De Angelis? Non sono Mourinho”

Roselli: “La sostituzione di De Angelis? Non sono Mourinho”

Il tecnico analizza il derby: “Puniti su un’unica disattenzione. Basta parlare delle sostituzioni. Ci sono dei ruoli e faccio questo mestiere da anni”.
roselli al ceravolo
Il Cosenza perde il derby e lo fa pagando a caro prezzo l’unica disattenzione di una partita che i silani potevano e dovevano chiudere nella prima frazione (traversa di Arrigoni prima, occasione clamorosa sbagliata da Statella, grande parata di Bindi su punizione sempre di Arrigoni). Incomprensibile nella ripresa la sostituzione di De Angelis unico attaccante rapace di area di rigore che poteva sfruttare qualche disattenzione della difesa avversaria o qualche pallone vagante. Proprio su questo a fine gara è stata sollecitato il tecnico Giorgio Roselli. “Non sono Mourinho ma faccio questo lavoro da molto. Ci sono dei ruoli e reputavo opportuno cambiare il giocatore per farne entrare un altro con eguali caratteristiche. Ho già chiarito questo aspetto più volte nelle scorse settimane. Quando si contesta una decisione bisogna farlo con criterio. Ci sono dei ruoli definiti in questa squadra. Il vice Cori è Cesca, poi ci sono due seconde punte come De Angelis e Calderini. Se gioca uno viene escluso un altro”. A fare festa è il Catanzaro con il Cosenza che si lecca le ferite. Così Roselli. “Hanno sfruttato l’unica nostra disattenzione. Sapevamo che sarebbe stata dura se fossimo andati sotto. Il Catanzaro si è chiuso e noi abbiamo provato a trovare il pari ma a questa squadra mancano determinate caratteriste”. E ora un altro derby attende i silani contro la Reggina. “Volevamo regalare un successo ai nostri tifosi ma non ci siamo risuciti. Questo però non deve cambiare le cose perché il supporto dei nostri tifosi è fondamentale per la salvezza”. (c.c.)

Related posts