Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Per Serpieri è il menisco. Anche Cesca rischia il forfait”

Roselli: “Per Serpieri è il menisco. Anche Cesca rischia il forfait”

Il tecnico del Cosenza è raggiante per il successo, ma non fino in fondo a causa degli infortuni: “Riccardo ha fatto benissimo nei minuti in cui è stato in campo, mente Alessandro è uscito per un fastidio all’adduttore. Siamo una squadra vera”.
rosellia astabia2Il tecnico del Cosenza  Roselli a Castellammare di Stabia (foto colombo)
Giorgio Roselli è sempre più saldo sulla panchina del Cosenza perché, alla luce del trend che la sua squadra ha preso, sarò difficile da parte di Guarascio e Meluso cambiare la guida tecnica per il prossimo torneo. Di questo, tuttavia, l’allenatore non parla e si sofferma soltanto sul pareggio con la Juve Stabia, un 1-1 che sa di vittoria. “Sono molto soddisfatto della partita offerta dai rossoblù contro una delle migliore squadra del campionato – ha detto – Avevamo tante assenze e dei calciatori non al meglio della condizione: non potevo mica chiedere di più ai miei ragazzi”. Il trainer umbro poi torna su alcune sostituzioni effettuate nel corso del match. “Ho tolto Carrieri perché l’ho visto un po’ in difficoltà. Non giocava da un anno e mezzo con questa continuità ed ho preferito inserire Serpieri che ha fatto benissimo nei minuti in cui è stato in campo. Abbiamo purtroppo scoperto quale fosse il suo problema: il menisco, che già gli dava fastidio. Faremo gli accertamenti necessari, ma è un’ulteriore grave perdita in ottica futura”. Cesca ha trovato la prima rete con la maglia del Cosenza. “Cesca? Non è uno mio calciatore così come non lo è Statella: ho sempre detto di non voler allenare per la seconda volta dei calciatori proprio per non alimentare chiacchiere. Cesca ha meritato il gol perché è un professionista pazzesco: è stata una scelta della società come al solito molto azzeccata. Pensate se non avessimo avuto lui con le sei giornate date dal Giudice Sportivo a Cori. Purtroppo anche Cesca è uscito per un nfortunio: si toccava l’adduttore e non so se lo riavremo in tempo per il Lecce”. I lupi, intanto, hanno iniziato a fare paura a tutto. “Quando sono arrivato abbiamo conquistato dei punti dettati da alcune situazioni psicologiche, mentre questi sono punti conquistati da squadra vera. Abbiamo creato un gruppo compatto in grado di vincere con chiunque”. Chiusura dedicata al pubblico: “Sono estremamente felice dei nostri sostenitori, abbiamo bisogno di loro anche se i nostri supporter hanno sempre tifato in maniera pazzesca”. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts