Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio come non si è mai visto prima: “Cosenza, sei meraviglioso. E Roselli…”

Guarascio come non si è mai visto prima: “Cosenza, sei meraviglioso. E Roselli…”

Il presidente a fine partita non si è trattenuto ed ha abbandonato qualche minuto prima la tribuna per correre in campo e negli spogliatoi ad esultare con la squadra. “Grande vittoria, ma non siamo ancora salvi”. 
fino alla vittoriaFino alla vittoria hanno ordinato gli ultrà e prontamente sono arrivati i 3 punti (foto mannarino)
Il presidente che non ti aspetti. Il presidente che abbandona di botto la sua calma serafica e si lascia andare per far festa insieme alla squadra. Minuto numero 45 del secondo tempo: l’arbitro ne concede altri sei di recupero. Eugenio Guarascio si alza, saluta Marcello Spadafora con cui ha seguito la partita e percorre a passo spedito il corridoio e le scale che dalla Tribuna Numerata danno sul rettangolo verde del San Vito. Il patron del Cosenza è in quel momento che lascia trasparire la sua felicità, la soddisfazione di avere tra le mani un giocattolo che quattro anni fa non pensava di poter ritrovare così in alto. Sullo sfondo i cori degli ultrà che rimbombano in una Tribuna A mai così pulsante di cuori e colori rossoblù. “Non siamo ancora salvi matematicamente – ha detto il numero uno del club mentre scappava via – Dobbiamo ancora conquistare la permanenza aritmetica in Lega Pro”. La risata che ha accompagnato la prima affermazione è tutta un programma: in realtà il presidente sa bene che ha detto una bugia e che è ormai certo che pure nel prossimo torneo la sua squadra, si spera con obiettivi diversi, disputerà la Prima Divisione. “E’ stato un grande successo” ha aggiunto venendo meno ad una regola sacra del calcio (mai cantar vittoria prima del triplice fischio, ndr) e non facendo neppure i dovuti scongiuri. Davanti a questo Cosenza c’è da stropicciarsi gli occhi: “Sono tutti meravigliosi, tutti, compreso Roselli ovviamente”. Già, Roselli che aspetta un contratto. Che dice, presidente: glielo fa? “Roselli sta facendo delle cose ottime” taglia corto Guarascio per scomparire giù nel pilone della tribuna e per riapparire in campo a saltellare come non aveva mai fatto prima. Che la malattia del pallone lo abbia inebriato completamente?
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts