Tutte 728×90
Tutte 728×90

Messina-Cosenza: le pagelle

Messina-Cosenza: le pagelle

Ravaglia sempre attento così come la difesa. In mezzo al campo Caccetta e Arrigoni vincono il duello con Damonte e Nigro. Calderini, che sprecone. Cesca si impegna seppur non in perfetta forma.
carrieri e coronaCarrieri perfetto nell’anticipare di testa i calciatori avversari. Qui con Corona (foto f. pernice)
Nel duello salvezza tra Messina e Cosenza avrebbero di certo meritato di più i silani. La squadra di Roselli solo per puro caso non ha trovato la via della rete. Ravaglia solo in due circostanze è diventato protagonista di due interventi idonei ad evitare il vantaggio siciliano. Per il resto la difesa rossoblu non ha rischiato nulla con il centrocampo che ha avuto una buona circolazione di palla. In avanti da lodare l’impegno di Cesca, reduce da un infortunio. Capitolo Calderini: l’attaccante ha giocato di fioretto quando serviva la sciabola. Pesano gli errori dal dischetto dal 3′ e l’occasione clamorosa alla mezzora.
RAVAGLIA: VOTO 6,5. Inoperoso per venti minuti. Poi Ciciretti gli scalda i guanti. Salva su Corona in agguato poco prima della mezzora.
CORSI: VOTO 6,5. Solita gara arcigna. Corona, a volte, prova a sfondare dalle sue parti ma trova pane per i suoi denti. Stesso dicasi per Ciciretti.
CIANCIO: VOTO 6,5. Rispetto a Corsi si propone con più vigore. Neutralizza Cane con estrema nonchalance.
TEDESCHI: VOTO 6,5. Rischia un fallo da rigore nel contatto con Orlando nel primo tempo. Per il resto solita gara senza sbavature.
CARRIERI: VOTO 7. Nella sua zona sono poco i pericoli. E’ bravo a dettar legge nei duelli aerei. Bravo finanche a verticalizzare profondo dimostrando anche di aver un buon calcio.
ARRIGONI: VOTO 6,5. Controlla a dovere Ciciretti. Gioca una gara accorta e facendo cose semplici.
CACCETTA: VOTO 7. Da geometrie sin da subito. Gioca in una posizione strategica e vince il duello con Damonte e Nigro in mezzo al campo.
CRIACO: VOTO 6,5. Si guadagna il rigore al 2′ che Calderini sciupa. Spazia molto da destra a sinistra nella prima fase del match.
CESCA: VOTO 6,5. Non è in perfette condizioni ma si impegna al massimo. Da una sua sponda nasce l’assist per Criaco che si guadagna il rigore. Fornisce un assist a Calderini che si invola verso la porta avversaria sciupando un’altra ghiotta occasione.
CALDERINI: VOTO 5,5. Pronti-via e sciupa clamorosamente un rigore calciando in maniera troppo sicura. Alla mezzora Cesca lo imbecca e lui si invola sciupando un’altra ghiotta occasione. Gioca di fioretto quando servirebbe la sciabola. E’ comunque uno dei più pericolosi e mobili giocatori del Cosenza.
STATELLA: VOTO 5,5. A volte è disordinato. Si fa ammonire per reciproche scorrettezze con Nigro. Rispetto a Criaco è meno presente e partecipe alla manovra. Quando entra in possesso palla non riesce mai ad incidere.

ALL. ROSELLI: VOTO 6,5. Buona organizzazione di gioco del suo Cosenza che, nella prima parte di gara, mostra un buon giro palla e delle ripartenze che potrebbero stendere un elefante. Peccato che Calderini prima sciupi un rigore e poi alla mezzora sprechi clamorosamente da solo dinanzi a Berardi.

Subentrati:
TORTOLANO: VOTO 5,5. Potrebbe far male e invece le sue conclusioni sono timide. Sciupa alcune ripartenze che potevano diventare interessanti.
ZANINI: VOTO SV. Troppo poco in campo per essere giudicato

Arbitro
ILLUZZI DI MOLFETTA: VOTO 6,5 Tiene bene una gara difficile e spigolosa in alcuni frangenti. Generoso sul rigore concesso a Criaco (dalle immagini è il calciatore silano a cercare la gamba del difensore siciliano). Vede bene sul contatto Orlando-Tedeschi con i padroni di casa che chiedono inutilmente un rigore.

Avversari:
MESSINA: Berardi 7; Cane 5,5, Altobello 5,5, Silvestri 5,5, Benvenga 6; Pepe 5,5, Damonte 5,5, Nigro 6, Ciciretti 6; Orlando 5,5, Corona 5. A disp.: Mancini 6, De Paula sv. All.: Di Costanzo 5,5
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts