Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ritorna il gioco delle coppie. Il Cosenza può scegliere tra quattro punte

Ritorna il gioco delle coppie. Il Cosenza può scegliere tra quattro punte

Cori e De Angelis hanno scontato la squalifica e fremono, ma Cesca ha dimostrato di essere uno dei pochi a saper usare il carattere e Calderini attraversa un buon momento di forma. Tocca a Roselli decidere.
de angelis co barlettaaGianluca De Angelis è alla sua seconda stagione con la maglia rossoblù (foto mannarino)

Per Roselli un grattacapo in più da questa settimana. Un problema che vorrebbero avere tutti gli allenatori e che davvero di rado si è presentato dalle parti del San Vito in questa stagione. Con i quattro attaccanti disponibili, si tornerà ai consueti ballottaggi del post-Mosciaro e alle coppie che hanno accompagnato la parte centrale della “rivoluzione roselliana”. Allora non si vedranno più in campo contemporaneamente De Angelis e Calderini, né è ipotizzabile una prima linea pesante con Cesca e Cori. Proprio quest’ultimo ha trascorso in tribuna le sei giornate che hanno permesso al Cosenza di conquistare la salvezza e di portarsi a centro-classifica, ma fino al derby di Catanzaro aveva tirato la carretta con prestazioni tutto cuore e sacrificio condite anche da qualche gol. Chi lo ha sostituito, Cesca, ha messo a tacere perfino i più scettici. Anzi, ha dimostrato di essere l’unico calciatore in rosa in grado di saper indossare l’elmetto e scendere in battaglia. Temperamento e carattere non ha esitato a mostrarli al cospetto di mostri sacri quali Cirillo, Belardi e proprio sabato scorso Corona. Insomma, in una squadra di bravi ragazzi, Meluso e Roselli hanno pescato anche un calciatore che non le manda a dire, elemento fondamentale di solito imprescindibile per centrare gli obiettivi prefissati. Osservato lo stop imposto dal Giudice Sportivo, De Angelis scalda i motori ed è pronto a riprendersi una maglia da titolare. Affinché ciò avvenga dovrebbe fargli spazio Calderini, apparso però in ottima forma nonostante il rigore sbagliato al San Filippo e il gol divorato qualche minuto più tardi. Insomma, per farla breve, ognuno ha il 25% di possibilità di giocare, ma chi convincerà “il Santo” in vista dell’ultimo derby stagionale? (Luigi Brasi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it