Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ecco i talenti della Lega Pro: portieri già affidabili e difensori arcigni

Cosenza, ecco i talenti della Lega Pro: portieri già affidabili e difensori arcigni

E’ partito il count-down in vista del mercato: CosenzaChannel vi presenta i migliori elementi, reparto per reparto, ipotizzando per concludere un possibile undici con tanto di valutazioni del cartellino.
di lorenzo regginaDi Lorenzo è il pezzo pregiato della Reggina ed è nel giro dell’Under 21 di Di Biagio
Insigne e Verratti sono soltanto i nomi più eclatanti passati di recente in Lega Pro ed esplosi ai massimi livelli. La terzia serie nazionale è da sempre, tuttavia, fucina di talenti in erba che i club più blasonati spediscono “a farsi le ossa” nei campionati minori. Dopo la rivoluzione che ha abolito la Seconda divisione, nella vecchia C1 la competizione è diventata massima ed anche tra i ragazzi la selezione è quasi naturale. Il girone C, quello dove milita il Cosenza, ha messo in mostra come al solito una lunga serie di atleti potenzialmente appetibili che potrebbero fare al caso di Guarascio e Meluso l’anno prossimo, a prescindere dall’obiettivo che verrà prefissato dalla società. Rispetto ai gironi più settentrionali dove quasi ogni club punta tutto sul minutaggio, al sud la situazione è diversa e non sono pochi i club che preferiscono andare sull’usato sicuro anziché vincere una scommessa. CosenzaChannel.it oggi vi presenta i migliori elementi, reparto per reparto a partire dai 1993, ipotizzando per concludere un possibile undici con tanto di valutazioni del cartellino. Si parte da portieri e difensori per poi continuare dalla cintola in su. (Francesco Pellicori) 

PORTIERI:
Riccardo Piscitelli (Benevento). Nasce il 10 ottobre 1993 a Vimercate. Dopo aver trascorso tutta la trafila giovanile con la maglia rossonera dal Milan, a 20 anni viene girato in prestito alla Carrarese (Lega Pro/Prima Divisione) nella stagione 2012/’13. L’annata non positiva della compagine toscana è culminata con la retrocessione in Seconda Divisione e, a fine stagione, ritorna al Milan. Successivamente è il Benevento a credere nel giocatore tanto da proporre alla società rossonera la comproprietà del cartellino. Con il benestare della società milanese, Piscitelli firma il contratto che lo legherà alla società campana per la stagione 2013/’14. Inizialmente non trova molto spazio poiché, in rosa, erano presenti portieri più esperti come Gori prima e Baiocco poi ma, l’annata successiva (2014/15) lo vede titolare della porta Beneventana che risulta la seconda meno battuta del torneo (24 gol subiti). Piscitelli è un portiere di 1,85m per 75 kg. Dotato di un ottimo senso della posizione è molto affidabile tra i pali. Fa dell’agilità e della fisicità i suoi punti di forza. Sulle uscite alte deve sicuramente migliorare ma la sua giovane età fa ben sperare per i futuro.
Marco Bleve (Martina Franca via Lecce). Nasce il 18 ottobre 1995 a San Cesareo in provincia di Lecce dove si appassiona al calcio e compie le prime parate con il settore giovanile dei giallorossi salentini, dove compie tutta la trafila. Debutta il Lega pro con la compagine leccese nella stagione 2013/14 dove colleziona 3 presenze. A metà campionato, però, si trasferisce in prestito al Martina Franca dove vi rimarrà fino a fine stagione per poi ritornare a casa-base Lecce. In questa stagione ha dimostrato il suo valore difendendo la porta pugliese del Martina con autorevolezza e sicurezza contribuendo in modo decisivo al buon campionato della sua compagine. Bleve ha le caratteristiche del portiere moderno. Soprannominato il “Pirlo della difesa”, è molto abile nell’impostare il gioco con i piedi e a giocare alto come difensore aggiunto.

DIFENSORI:
Simone Petricciuolo (Aversa Normanna via Avellino). Nasce il 27 maggio 1995 a Napoli dove inizia a tirare i primi calci nella scuola calcio del Mariano Keller ma compie quasi tutta la trafila giovanile con il Bari. Successivamente, dopo un torneo di categoria dove ben figura, viene preso dalla Roma per farlo crescere nella propria primavera. Dopo una serie di prestiti in LND, nel 2014, si svincola dalla compagine della capitale e si accasa all’Avellino dove debutta tra i professionisti collezionando 4 presenze in Serie B. A metà campionato, però, viene girato in prestito all’ Aversa Normanna, dove vi rimarrà fino al termine della stagione. Petricciuolo è un terzino destro dotato di un gran tiro dalla distanza. Si contraddistingue per avere un grande passo che gli permette di percorrere costantemente la fascia crossando molto bene per i compagni.
Fabio Tito (Casertana).
Nasce il primo gennaio 1993 a Ischia. Tira i primi calcio con la squadra giovanile dell’Ischia Isola Verde, per poi inanellare 63 presenze con la prima squadra in due stagione di Lega Nazionale Dilettanti contribuendo alla promozione in Seconda Divisione. Le sue buone prestazioni con la compagine di Ischia, hanno incuriosito i dirigenti della Casertana che lo hanno tesserato per la stagione 2014/’15 dove ha collezionato 14 presenze e 2 gol nella stagione ancora in corso. Tito è un terzino fluidificante sinistro dotato di una buona forza fisica che gli permette di non far mancare il suo apporto sia in fase difensiva che in fase offensiva.
Alessandro Celli (Lupa Roma).
Nasce il 28 gennaio 1994 a Roma. Inizia a giocare nelle giovanile del Tor Tre Teste nel 2010/2011 per poi trasferirsi la stagione successiva alla Lupa Frascati dove vi rimane per due anni contribuendo alla promozione dall’Eccellenza alla Serie D. Nel 2013/’14 viene tesserato dall Lupa Roma dove ha collezionato 25 presenze e un gol nella stagione ancora in corso. Celli è il classico terzino di spinta. Mancino naturale, arriva spesso e volentieri al cross per i compagni accorrenti e non si intimorisce se deve concludere dalla distanza. Eclettico e ordinato nel mantenere la posizione rappresenta uno dei prospetti più interessanti del campionato di Lega Pro 2014/’15.
Giampaolo Sirigu (Savoia).
Nasce il 3 marzo 1994 a Nuoro. Fratello di Salvatore, portiere del PSG, esordisce in LND nella stagione 2011/’12 con la maglia della Polisportiva Budoni Calcio e vi rimane per due stagioni collezionando 28 presenze e un gol. Successivamente nel 13/14 fa il salto di categoria e firma per il Bellaria Igea Marina in Serie C2. Le 18 presenze collezionate con la con il Bellaria convincono i dirigenti del Savoia a tesserarlo per la stagione attualmente in corso. Al momento ha collezionato 22 presenze risultando uno dei migliori del reparto difensivo della compagine campana. Sirigu con un fisico da corazziere, fa del colpo di testa il suo fondamentale migliore. E’ un difensore centrale ma all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro.
Giovanni Di Lorenzo (Reggina). Nasce il 4 agosto 1993 a Castelnuovo di Carfagnana in provincia di Lucca. Tira i primi calci con la Lucchese ma nel 2009 si trasferisce a Reggio Calabria dove, con gli allievi della Reggina, vince il Torneo Internazionale di Sanremo e, tre anni dopo, esordisce sempre con la compagine amaranto, in Serie B. Successivamente, nella stagione 2012/’13 viene girato in prestito al Cuneo in Lega Pro/Prima Divisione per permettergli di giocare con continuità. Con la maglia della squadra piemontese disputa un grande campionato che gli ha permesso di entrare nel giro dell’ Under21 di Gigi Di Biagio. La stagione successiva viene confermato dalla Reggina in Serie B dove vi rimane anche la stagione successiva. Attualmente il difensore ha collezionato 30 presenza impreziosite da un gol. Di Lorenzo è un difensore completo. Da il meglio di sé se schierato da centrale ma non sfigura neanche se lo si posiziona lungo l’out destro di difesa.
Alessandro Orchi (Catanzaro).
Nasce il 10 Aprile 1993 a Civitavecchia. Si affeziona al calcio guardando le prodezze di Totti, iniziando a tirare i primi calci nelle giovanili della Roma. Nel luglio del 2013 si trasferisce a Catanzaro dove vi rimane fino al gennaio 2014 per andare a giocare in prestito con l’Aprilia in Lega Pro/Seconda Divisione. A fine stagione ritorna a Catanzaro, dove attualmente gioca. Orchi è un difensore centrale con grande capacità di lettura delle situazioni difensive. Non essendo molto alto (1,70m) fa della velocità il suo punto di forza.
Luigi Silvestri (Messina).
Nasce il 22 gennaio 1993 a Palermo. Tira i primi calci nelle giovanili della squadra della sua città ma nel 2013 si trasferisce alla Salernitana. In Campania gioca poco e viene girato in prestito al Campobasso. Ritornato a Salerno a fine prestito viene ceduto a titolo definitivo al Messina nella stagione 2013/’14 dove colleziona 27 presenze e 2 gol che gli garantiscono la conferma per l’anno successivo. Nella stagione corrente ha giocato 20 partite di campionato e una in Coppa Italia Lega Pro attirando a se le attenzioni di molti club, pronti ad accaparrarsi le prestazioni sportive del giovane difensore. Silvestri è alto 1,80 m. Rende al meglio se fatto giocare come centrale ma, le sue caratteristiche tecnico/tattiche gli permettono di non sfigurare in tutti i ruoli della difesa.
Johad Ferretti (Matera via Milan). Nasce il 30 maggio 1994 a Marsiglia. Cresciuto nelle giovanili del Marsiglia e del Grenoble, il terzino francese è arrivato in Italia mediante il Genoa. Nel 2012 viene prelevato dal Milan che lo aggrega da subito alla primavera. Dopo vari prestiti al Benevento e alla Spal, nel gennaio 2015, sempre in prestito via Milan, si accasa al Matera dove colleziona, al momento, 10 presenze. Ferretti è un terzino destro offensivo dotato di grande forza atletica che gli consente di svolgere le due fasi, difensiva e offensiva, in modo regolare nell’arco dell’intero incontro.
CLICCA QUI PER LA SECONDA PARTE DELLO SPECIALE CON I CENTROCAMPISTI

 

Related posts