Tutte 728×90
Tutte 728×90

Maurizi non ci sta: “Contro il Cosenza meritavamo sia all’andata che al ritorno”

Maurizi non ci sta: “Contro il Cosenza meritavamo sia all’andata che al ritorno”

Il tecnico dell’Ischia molto nervoso in sala stampa: “Qua non tutti vogliono salvarsi se si fanno contestazioni e domande strumentali”. Sul rigore: “Non l’ho visto, ero concentrato sull’azione di gioco”.
ischia-cs2Una mischia in area di rigore del Cosenza durante il match di Ischia (foto trani)
“Qua non si vogliono salvare tutti e c’è chi fa domande strumentale o contestazioni dopo una partita del genere”. Non le manda a dire il tecnico dell’Ischia Agenore Maurizi che in sala stampa libera tutto il suo nervosismo. Ritrovata la calma, torna a parlare di calcio. “Il Cosenza è una squadra cinica, molto quadrata. Abbiamo creato dieci occasioni da gol però e non accetto domande strumentali e contestazioni dopo un match del genere. Il Cosenza ha calciatori di categoria superiore e noi abbiamo tenuto testa ad una formazione simile: c’è da essere soddisfatti. I Lupi, inoltre,  si sono giocati il match e non hanno passeggiato qui da noi come altre formazioni hanno fatto su vari campi”. Il trainer campano traccia un bilancio ulteriore. “Contro il Cosenza abbiamo conquistato solo un punto solo su sei a disposizione, ma meritava l’Ischia in entrambe le occasioni, San Vito compreso. Oggi, soprattutto per le occasioni create, meritavamo la vittoria. Sono state tante e nessuno può dire ancora il contrario”. Chiusura dedicata al nervosismo nel finale di partita. “E’ normalissimo perché la posta in palio era altissima. Millesi ha giocato con una vertebra fratturata ed è da applaudire dato che ci tiene molto. La lotta per la salvezza per noi è aperta e a quattro partite dalla fine ci sono ancora i margini per restare direttamente in Lega Pro”. (Salvatore Mannarino) 

Related posts