Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arrigoni è sicuro: “La svolta è arrivata a Catanzaro”

Arrigoni è sicuro: “La svolta è arrivata a Catanzaro”

Il centrocampista del Cosenza: “In quella partita abbiamo dimostrato di essere superiori e ci è scattato qualcosa dentro. La mia punizione? Aspettavo di bissare il gol arrivato col Melfi, ora cerco anche il tris”.
arrigoni a martinaArrigoni in azione durante il match di andata disputato a Martina Franca
Andrea Arrigoni ha calciato una punizione perfetta, una parabola imprendibile che ha terminato la sua corsa alle spalle di Giordano. Il portiere dell’Ischia nulla ha potuto su una traiettoria del genere ed i paragoni con le prodezze di Pirlo in questi giorni si sono sprecati. “Finalmente sono riuscito a replicare il primo gol col Melfi. Spero di poterne regalare altri ai tifosi del Cosenza”. Arrivato in estate per dettare tempi e ritmi al centrocampo, ha impiegato qualche mese a diventare titolare inamovibile di un undici che senza le sue geometrie andrebbe in grande difficoltà. “Ho seguito anche io l’andamento della squadra. Quando il contesto va bene è più facile esprimersi meglio per un calciatore. La prima cosa è quella, poi magari appena partita questa nuova avventura non ero al top della condizione. Ho pagato tutto ciò, ma l’importante è aver dimostrato di essere un calciatore adatto alla situazione”. Nel post-Catanzaro, nonostante una grande prestazione, ricevette delle critiche. “Facendo un esame di coscienza non ne ho risentito perché ero sicuro che il risultato era stato bugiardo e che ci saremmo ripresi così come poi è stato”. Roselli gli ha dato la carica. “La squadra ha trovato il suo gioco e le giuste posizioni in campo: l’evoluzione è stata evidente, dettata dal fatto che al Ceravolo abbiamo dimostrato di essere superiori ai giallorossi. Il resto lo ha fatto la vittoria nel turno sucessivo”. Cresce in città l’attesa per il match di Coppa Italia: “Ce la siamo conquistata con i denti, adesso godiamoci il momento in attesa della risposta del pubblico. Il grande numero di tifosi che affluirà alla sfida col Como dimostra come sia importante questa piazza. I lariani non hanno nulla da perdere, pertanto dovremo essere bravi a non dar fiducia al Como e a chiudere subito la partita”. Chiusura dedicata al futuro. “Sono a disposizione della società, ho un altro anno di contratto e sarei lieto di restare. Per il salto di qualità bisogna continuare a macinare vittorie come stiamo facendo, ma non posso giudicare io l’aspetto tecnico dato che ci sono un direttore e un allenatore preposti a farlo. Adesso resto concentrato sul Martina, nessuno di noi vuole chiudere male davanti ai supporter dei Lupi”. (Luca Sini)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts