Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: il Catanzaro dilaga. Ma il Cosenza denuncia: “Episodi disgustosi”

La capolista rifila un secco 4-0 ai Lupacchiotti, ma il dirigente accompagnatore Greco va giù duro. Nel mirino dei rossoblù c’è l’arbitraggio del signor Rispoli di Locri ritenuto non all’altezza della situazione.
berretti a lecce
L’incontro valido per la trentaseiesima giornata del campionato Berretti girone D, disputatosi tra Catanzaro e Cosenza, ha visto la squadra di casa imporsi, ai danni dei Lupacchiotti di mister Sarcinella, con un netto risultato di 4-0. Non mancano le contestazioni per quanto riguarda la gestione del match da parte del direttore di gara e dei suoi assistenti, rei di aver assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti dei giocatori in campo e di trovarsi sempre fuori posizione. Duro lo sfogo del dirigente accompagnatore Aldo Greco che afferma ai microfoni di CosenzaChannel.it: “Il Catanzaro non ha bisogno di questi aiuti arbitrali. Oggi è successo qualcosa di disgustoso”.  Il match si sblocca alla mezz’ora del primo tempo quando Benincasa batte un incolpevole Calderaro. La squadra di casa sembra avere il controllo del match e, al 40′, ha la possibilità di raddoppiare su calcio di rigore ma Petrone si fa ipnotizzare da Calderaro. Il raddoppio giallorosso, però, arriva 5 minuti più tardi, al 45′, quando il numero 9 catanzarese si fa perdonare dell’errore dagli undici metri e, dopo un azione corale da antologia del calcio, mette la sfera alle spalle del portiere cosentino. Il gol, però, è viziato da posizione di fuorigioco. Sul risultato di 2-0 si conclude la prima frazione di gioco. Il secondo tempo inizia come si è concluso il primo e il Catanzaro trova la terza marcatura al 50′ con il numero 7 giallorosso, Bonadio. Frastornati e delusi. i ragazzi di mister Sarcinella, cercano più volte il gol della bandiera ma con risultati scarsi e allo scadere della seconda frazione di gioco arriva il poker dei piccoli giallorossi con Jhonson. Sul risultato di 4-0 il signor Rispoli decreta la fine delle ostilità. Brutta battuta d’arresto per i Lupacchiotti che, con questo risultato, mantiengono la nona posizione in graduatoria agganciati, a quota 33 punti, dal Barletta. (Francesco Pellicori)

Il tabellino:
Catanzaro: Cannizzaro, Barbieri (17′ st Bruno), Fedele, Benincasa, Rijitano, Cinquegrana, Bonadio, Commisso, Petrone (6′ st Guidetti), Nisticò (15′ st Dodaro), Jhonson. All. Procopio. A disposizione: Spinelli, Pagano, Matellicani, Fabiano.
Cosenza: Calderaro, Cristofaro, De Rose, Canonaco, Rizzuto, Arlia (40′ pt Aloisi), Nigro, Falbo, Trombino (25′ st Chiappetta), Costabile (35′ st Lacaria), Reda. All. Sarcinella. A disposizione: Mazza, Montalto, Paura, Principe.
Marcatori: 30’pt Benincasa, 45’pt Petrone, 16’st Bonadio, 45’st Jhonson
Arbitro: Giuseppe Rispoli di Locri. Assistenti Emanuela Converso e Isabella Greco di Rossano.
Note: Spettatori circa 50. Giornata soleggiata con vento freddo. Ammoniti: Cinquegrana (CZ), Falbo (CS), Benincasa (CZ)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it