Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mosciaro: “Cosenza, che gioia la Coppa. Non esulterei mai contro te”

Mosciaro: “Cosenza, che gioia la Coppa. Non esulterei mai contro te”

Il vecchio capitano dei Lupi sarà il grande ex della partita di domani: “Il San Vito mi manca, giocare contro la squadra della tua città non è mai semplice. Non faremo sconti tuttavia, perché all’Aversa servono i tre punti”.
mosciaro fa laquilaManolo Mosciaro dopo un gol siglato al Catanzaro mima l’aquila
Dopo la conquista della Coppa Italia Lega Pro, il Cosenza è chiamato a un altro sforzo in campionato. Domani, nell’incontro valido per la trentaseiesima giornata del campionato di Lega Pro girone C, i Lupi agli ordini di mister Roselli saranno in scena al Bisceglia di Aversa per sfidare la compagine di casa che cerca punti importanti per guadagnarsi una posizione di favore in vista degli imminenti play-out. Sarà una partita speciale per un grande ex del match: il centravanti cosentino Manolo Mosciaro. Attaccante classe ’85, inizia la sua carriera tra le fila del Castrovillari in LND, dopo una parentesi alla Sanremese approda per la prima volta a Cosenza nel 2004. Successivamente, tra il 2005 e il 2011, veste le maglie di Crotone, Cuoiopelli, Pro Patria, Catanzaro e Pisa, prima di ritornare a “casa” nella stagione 2011/2012 dove si renderà protagonista della scalata della società del presidente Guarascio al calcio professionistico, diventandone il capitano. Dopo aver realizzato complessivamente 61 gol con la casacca rossoblù, nel gennaio 2015 le strade del Cosenza e di Mosciaro si separano, per approdare tra le fila dell’Aversa Normanna. Si confida a Cosenzachannel.it e si dice contento per la Coppa Italia Lega Pro appena conquistata dal Cosenza. Ma per lui domani sarà una partita speciale e in caso di marcatura vietato esultare. “Quattro mesi fa vestivo la casacca rossoblù e non mi sento di festeggiare davanti ai miei ex compagni” .
Da Cosentino DOC, come commenta la conquista dela Coppa Italia?
“E’ una bella soddisfazione. Vincere la Coppa Italia non capita tutti gli anni. A volte si ci ritrova in finale per caso e poi, alla fine, si risulta vincenti come è stato per il Cosenza. È una grande gioia per la città e sono contento per i miei ex compagni perché è un bel traguardo“.
Ti manca Cosenza e il Cosenza Calcio in particolare?
“È normale che mi manchi perché è casa mia. Dopo quattro anni è stata dura lasciare il club che mi ha dato tanto. La mia esperienza è giunta al termine 4 mesi fa, ma Cosenza è ovvio che la porterò sempre nel cuore. In caso di marcatura sicuramente non esulterò. Dopo tanti anni è doveroso non esultare. Su questo non ci piove“.
Com’è stato il suo ambientamento ad Aversa?
“Dopo tanti anni in un club, che tra l’altro è quello della tua città, non è mai facile adattarsi subito. Però ad Aversa si sono messi tutti a disposizione facendomi sentire da subito parte del loro gruppo. Quando sono arrivato, eravamo ultimi, poi abbiamo scalato molte posizioni in questo periodo. Ora tocca a noi continuare su questa strada per arrivare ai play-out in una posizione di favore per centrare la salvezza.
Affronterà da avversario la squadra della sua città pe la seconda volta, la prima fu a Pisa…
Non nego che sarà molto strano per me, situazioni del genere non sono mai semplici. Ma ora faccio parte dell’Aversa e, da professionista, metterò anima e cuore per aiutare il mio attuale club ad ottenere i tre punti che, ripeto, per noi sono fondamentali”. (Francesco Pellicori)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts