Cosenza Calcio

Il borsino dell’attacco. Un posto (massimo due) per quattro punte

Le percentuali dei calciatori della prima linea di restare a Cosenza sono subordinate a diversi fattori. Gran parte del budget verrà utilizzato per un bomber da doppia cifra: sbagliare le riconferme pregiudicherebbe tutto.
calderini con messinaElio Calderini in azione nel match casalingo disputato contro il Messina (foto mannarino)
Il direttore sportivo Mauro Meluso non ha esitato a dare la prima indicazione sul mercato che vorrà condurre a partire dal giorno in cui il rinnovo contrattuale diventerà effettivo. Sistemate le cose con Guarascio, specialmente riguardo alla struttura di allenamento, al budget da destinare alle operazioni di compravendita e alla figura di raccordo necessaria tra tifoseria e club che manca da un po’ di tempo, passerà alle vie di fatto convocando in sede i calciatori uno per uno. Ha sottolineato di recente e in diretta televisiva che per fare il salto di qualità rinforzerebbe l’attacco: logico attendersi pertanto grosse novità per il torneo 2015-2016. Dopo il resoconto sulla difesa (clicca qui) e sul centrocampo (clicca qui), ora è il turno dell’attacco. Queste le percentuali che i quattro protagonisti della prima linea hanno di restare al San Vito, tenendo conto che con ogni probabilità un solo elemento o al massimo due faranno parte del nuovo gruppo. L’ultima parola stavolta l’avrà Roselli e nessun altro: sbagliare ad assemblare la prima linea significherebbe dilapidare una parte sostanziosa dei fondi che il patron metterà a disposizione. La coppia mercato terrà conto di tutto: dall’aspetto tecnico a quello caratteriale senza guardare in faccia nessuno.
DE ANGELIS 50%. I suoi gol li garantisce sempre, ma per una riconferma bisognerà strutturare l’accordo in maniera differente dal biennale che si esaurirà tra sessanta giorni. Qualora la scelta ricada su di lui, il prolungamento avrà scadenza giugno 2016.
CALDERINI 50%. Aspetta il rinnovo dal primo febbraio, ma non è ancora arrivato. Difficilmente gli verrà proposto il contratto dalla durata e dalle cifre che il Lecce si diceva disposto a mettere sul tavolo. Se fosse il prescelto, prima gli toccherà una lunga chiacchierata a cena con Roselli alla presenza di Meluso per smussare gli angoli di un rapporto vivace.
CESCA 40%. Pupillo dell’allenatore, ha conquistato la piazza dopo l’addio di Mosciaro a furia di buone prestazioni. E’ l’unico all’interno dello spogliatoio ad avere sacchi di carattere da vendere. Viene dal profondo nord, ma per come tiene alta la testa in campo sembra che sia nato sui campetti polverosi della Campania. Non ha meno chance degli altri di far parte del progetto, continuerebbe ad essere una riserva di lusso
CORI 40%. Fino alla squalifica aveva tanti estimatori, ma tecnico e direttore sportivo sono consapevoli che per un campionato di vertice la prima punta dovrà avere il gol nel sangue. Sacha ha un dna da lottatore, ma la porta la vede di rado. Una discriminante che rischia di essere decisiva.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina