Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Benevento: le pagelle

Cosenza-Benevento: le pagelle

Ravaglia non può nulla sul destro chirurgico di Agyei. Difesa che soffre poco a differenza del centrocampo. In avanti poca collaborazione tra De Angelis e Cori. Si ferma l’imbattibilità dei silani dopo undici risultati utili consecutivi.
carrieri con MarottaCarrieri in contrasto aereo con Marotta durante il match di campionato (foto mannarino)
Gara da finale di stagione con il caldo a farla da padrone e due squadre che preferiscono dosare le forze anziché dare ritmo a gioco alla propria performance. Poi Agyei rompe l’equilibrio con un gran destro sul quale nulla può Ravaglia. La rete ospite spezza l’imbattibilità casalinga che durava da 503′ (dalla rete al 6’st di Cisse contro la Casertana).
RAVAGLIA: VOTO 6. Ultima gara in maglia rossoblu. Per lui è stata una stagione in crescendo e la speranza è che, vista la situazione del Parma che detiene il cartellino, il Cosenza riesca a riportarlo in riva al Crati. Nulla può sul gol di Agyei che spezza l’imbattibilità casalinga che durava da 503′ (ossia dal match contro la Casertana).
CORSI: VOTO 6. Gioca in maniera accorta per evitare di lasciare buchi.
BLONDETT: VOTO 6. Si propone, soprattutto ad inizio gara, con buoni risultati.
MAGLI: VOTO 6. Attende Mazzeo in zona e raramente si lascia sorprendere, anzi costringe il suo avversario a girare alla larga.
CARRIERI: VOTO 6.5. Marotta è un cliente scomodo ma lui non si scompone e gioca col fisico dimostrando anche grande audacia.
ARRIGONI: VOTO 5,5. Soffre l’inferiorità in mezzo al campo. Si perde Agyei in occasione del gol ospite.
FORNITO: VOTO 5,5. Ritorna dal primo minuto e in un ruolo a lui più congeniale. Prova a dare ordine ma in mezzo c’è troppo traffico. Ultima al San Vito dinanzi alla sua gente visto che ritornerà al Napoli tranne se…
CRIACO: VOTO 6. Parte col freno a mano tirato. Dosa le energie e fa bene visto che il suo dirimpettaio lo costringe a non porgere il fianco. Sfiora il pari per ben due volte.
STATELLA: VOTO 6. Spinge sin da subito e trova in Blondett un valido partner di fascia. Nel finale sfiora la rete del pareggio. 
CORI: VOTO 5. Come sempre prova a far valere i suoi centimetri, ma lo fa sempre lontano dalla porta.
DE ANGELIS: VOTO 5,5. Mobile e voglioso. Prova ad incunearsi tra le maglie giallorosse provando a non dare punti di riferimento.

ALL. ROSELLI: VOTO 6. Gli mancano tante pedine. Eppure disegna un Cosenza ordinato come al suo solito. Peccato per la rete di Agyei che rompe l’imbattibilità interna che durava da tredici gare consecutive.

Subentrati
TEDESCHI: VOTO 6. Prende subito le misure al suo avversario seppur non in perfette condizioni fisiche.
CALDERINI: VOTO 5,5. Qualche spunto dei suoi per animare una gara sotto ritmo.
CESCA: VOTO 5,5. Tanta lotta e poco di più.

Arbitro
SCHIRRU DI NICHELINO: VOTO 6. I ritmi bassi gli facilitano il compito. Valuta bene i cartelli gialli.

Avversari
BENEVENTO: Piscitelli 6,5; Padella 6, Lucioni 6, Pezzi 6; Celjak 6,5, Doninelli 5,5 (20’st Allegretti 6), De Falco 5,5, Agyei 7, Som 6 (29’st Campagnacci 6); Marotta 6,5, Mazzeo 6,5 (15’st Melara 6). All. Cinelli 6,5

Related posts