Tutte 728×90
Tutte 728×90

Statella: “Io mi terrei Cesca, ma l’ossatura c’è già”

Statella: “Io mi terrei Cesca, ma l’ossatura c’è già”

Il centrocampista del Cosenza mette a confronto le due cavalcate e rivela cosa si aspetta dalla prossima stagione in rossoblù: “La corsa contro il Como ha riscattato quella del Ceravolo, ma è stata una stagione super”.
statella con il beneventoGiuseppe Statella in azione al San Vito contro il Benevento (foto mannarino)
Giuseppe Statella è stato l’acquisto che ha permesso al Cosenza a gennaio di alzare l’asticella della qualità e di portare a riva la barca con largo anticipo sulle previsioni. Padrone della fascia sinistra, lui che è un destro, non disdegna quando c’è da buttare in mezzo palloni per i centimetri dei compagni spostarsi sulla corsia naturale. Di solito in ogni match ha un paio di occasioni per fare gol e anche domenica col Benevento ha sfiorato l’acuto personale. “Seppure il mister abbia detto che sia stato un bene il ko per tanti motivi di cabala e scaramanzia, non sono dello stesso parere. Il pareggio era meglio”. Il suo arrivo in città, come detto, fu accolto con entusiasmo. “Sono venuto qua per aiutare la squadra a salvarsi e lo abbiamo fatto nel migliore dei modi in un clima inizialmente non semplice. Adesso ci manca un solo gradino che è quello del nono posto e della Tim Cup, ma la Coppa Italia è stata la ciliegina sulla torta: i festeggiamenti sono stati eloquenti. A Melfi come si vince? Facendo un gol più degli avversari. L’importante è strappare i tre punti. Mi manca solo il gol in campionato, poi potrò dire che è stato il top”. La cadetteria è un’altra cosa… “I miei compagni mi hanno messo subito a mio agio, poi il mister mi ha ritagliato uno spazio importante. Le differenze con la B? In Lega Pro si corre di più e ci sono più calci che calcio. Insomma, Aversa è più difficile che Bologna”. Due corse hanno caratterizzato il suo torneo: al Ceravolo e quella della notte magica di Coppa. “Si sbagliano tanti gol, magari vincendo a Catanzaro poi avremmo perso le altre. Con la Reggina ci siamo riscattati subito ed è andata bene. Quelle cavalcate? Diciamo che col Como è andata decisamente meglio”. Chiusura dedicata al mercato e al futuro prossimo. “Siamo in tre che abbiamo il contratto per l’anno prossimo, i miei compagni sono in attesa che si definiscano le operazioni con ds e allenatore. Io mi aspetto la riconferma dell’ossatura attuale e con qualche innesto capiremo i progetti del futuro. Personalmente mi terrei stretto Cesca perché fa un lavoro pazzesco per la squadra”.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts