Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto M., domani la Tubisider si gioca la salvezza

Pallanuoto M., domani la Tubisider si gioca la salvezza

Contro la Basilicata 2000 il settebello di coach Manna è chiamato a strappare l’intera posta in palio per porre i presupposti giusti per un altro campionato di Serie B. il destino è nelle mani dei rossoblù.
portiere tubisider
La salvezza della Tubisider Cosenza passerà attraverso i play out, con la squadra cosentina che incrocerà una antagonista del girone tre. L’ultima partita della stagione regolare in programma domani alle 15 nella piscina olimpionica di Cosenza, contro la Basilicata Nuoto 2000 Giocoleria, servirà alla formazione allenata da Francesco Manna per determinare piazzamento in classifica e avversaria dell’altro girone da affrontare. Chiudendo all’ottavo posto, posizione attualmente occupata, la Tubisider Cosenza se la vedrà con la nona del girone tre e col vantaggio di potere disputare la eventuale “bella” in casa. Ecco perché diventa fondamentale cogliere i tre punti contro la Basilicata Nuoto 2000 Giocoleria e per farlo Chiappetta e compagni dovranno essere al top, perché l’occasione è di quelle troppo ghiotte per essere sprecata. La compagine ospite ha disputato un buon campionato e anche se nulla ha più da chiedere, giocherà la sua partita, d’altro canto le motivazioni della Tubisider Cosenza saranno enormi e non dovrà fare altro che confermare quanto di buono abbia fatto nelle ultime prestazioni casalinghe. Principalmente il “sette” cosentino, sapendo della importanza della gara dovrà trovare l’approccio giusto, giocare con intensità, concentrazione ed evitare falli inutili, quelli che hanno compresso l’esito di qualche incontro. E Sotto questo aspetto l’allenatore Francesco Manna ha saputo catechizzare a dovere i propri atleti, per cui c’è da giurarci che la Tubisider Cosenza saprà quello che in vasca dovrà fare. Pubblico di fede cosentina chiamato a dare ancora una volta il proprio apporto alla squadra e l’entusiasmo e il calore dei sostenitori saranno le “armi” in più per centrare l’obiettivo dei tre punti. Il destino questa volta più che mai è nelle mani e nelle giocate della Tubisider Cosenza.Tubisider

Related posts