Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: il Cosenza chiude con un pari a Pagani (1-1)

Berretti: il Cosenza chiude con un pari a Pagani (1-1)

Al vantaggio di Nigro dopo tre minuti di gioco, segue il pareggio di Ferraro. Gara poco spettacolare, con i padroni di casa rimasti in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Formisano nella ripresa per doppio giallo.
berretti a lecce
Termina con un pareggio l’avventura della Berretti di Tonio Sarcinella nel campionato di appartenenza. Un match dai ritmi blandi, tipico di quelli che si registrano a fine stagione, ha accompagnato i Lupacchiotti in vacanza a margine di una stagione positiva, iniziata benissimo con De Angelis in panchina e continuata poi con lo stesso Sarcinella dopo la promozione dell’ex terzino del 1914 a vice di Roselli. Ieri pomeriggio l’1-1 contro la Paganese ha regalato il punto numero 43 a Falbo e compagni. Apprezzamenti anche dal presidente Guarascio per l’operato del responsabile del settore giovanile Enzo Patania. I veri risultati, per ciò che concerne la Berretti, sono attesi dalla prossima stagione in poi. CRONACA. Per il congedo dal torneo giovanile Sarcinella dà spazio a due ’98 (Pisani e Principe), ma dà fiducia anche due ’96 (Rizzuti e Nigro): il resto sono dei ’97 che torneranno utili pure da settembre. Molto simile l’età media dei padroni di casa. Pronti via e il Cosenza passa in vantaggio. Principe dalla distanza scarica con forza verso la porta avversaria, Magliacano respinge come può e Nigro gonfia la rete. L’attaccante calabrese è stato il più lesto di tutti a ribadire in gol un facile tap-in nonostante l’opposzione di alcuni difensori. Il match sembra promettere scintille ed arriva subito il pari. E’ il 18′ quando Ferraro va via a De Rose sulla corsia di appartenenza e calcia con violenza. La traiettoria è di difficile lettura e Puterio, nonostante il tentativo di respinta, si fa ingannare. Conquistato il pareggio i campani tengono alto il baricentro e provano ad impensierire il numero uno siano con tiri dalla distanza. Ci provano Mandica e De Feo, ma la mira è sbagliata. Nella ripresa Chidichimo prende il posto di Canonaco, poco dopo invece tra i biancazzurri Finizio fa rifiatare Altea. La gara continua a scorrere via sui binari della noia, rotta soltanto dall’espulsione di Formisano per doppio giallo. La superiorità numerica del Cosenza non dà tuttavia sbocchi offensivi perché la Paganee si chiude a riccio a difesa del pareggio. Così Fabbricatore e Trombino, subentrati a Nigro e Principe, sbattono di continuo sul muro eretto negli ultimi sedici metri. Il segno “x”, alla fine, accontenta tutti quanti

Il tabellino:
PAGANESE-COSENZA 1-1
PAGANESE: Magliacano, Carotenuto, Attianase (21′ st Caggiano), Formisano, Fossa, Nicoletta, Ferraro, De Feo (37′ st Donnarumma), Catapano, Mandica, Altea (3′ st Finizio). A disp.: Leone, Sannia, Sersante, Napolitano. All.: Rocco
COSENZA: Puterio, Cristofaro, De Rose, Canonaco (1′ st Chidichimo), Rizzuto, Pisani, Chiappetta Falbo, Principe (21′ st Trombino), Costabile, Nigro (11′ st Fabbricatore). A disp.: Calderaro, Arlia, Aloisi, Curatelo. All.: Sarcinella
ARBITRO: Gargiulo di Torre Annunziata
MARCATORI: 3′ Nigro (C), 18′ Ferraro
 (P)
NOTE: Spettatori una cinquantina Espulso al 7′ st Formisano (P) per doppia ammonizione. Ammoniti: Canonaco (C), De Rose (C). Angoli: 4-4. Recupero: 0′ pt – 3′ st

Related posts