Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Frosinone in Serie A, ma dietro c’è lo zampino di Meluso

Il Frosinone in Serie A, ma dietro c’è lo zampino di Meluso

Nove calciatori dei ciociari sono state felici intuizioni dell’attuale direttore sportivo del Cosenza nel corso della sua esperienza al Matusa: Paganini, pescato dal vivaio, adesso vale una fortuna.
blanchard frosninoeeeLeonardo Blanchard è stato il sogno proibito del Cosenza nella scorsa estate
Il Frosinone è in Serie A, una favola che il Cosenza ha sognato di vivere tante volte in passato e che spesso ha soltanto accarezzato. Il Frosinone è in Serie A con buona pace di chi sostiene che il massimo campionato nazionale sia una vetrina da preservare solo per città con blasone e seguito sportivo di un certo livello. Di sicuro le provinciali non sono ben viste in certi ambienti, ma poi capita che gli scudetti si perdano a Verona o a Perugia, o che Berardi e il Sassuolo facciano quattro gol al Milan un anno e tre quello successivo. Il Frosinone è in Serie A con un organico che per larga parte dodici mesi fa di questi tempi festeggiava la promozione tra i cadetti. Stellone vanta una rosa che ha stretto i denti in Lega Pro e che ha realizzato una cavalcata fantastica negli ultimi tempi. Tra questi calciatori che ora si godono la A, tuttavia, nove sono quelli che l’attuale direttore sportivo del Cosenza Mauro Meluso portò in Ciociaria o lanciò dal settore giovanile nel corso nella sua esperienza al Matusa. Il ds dei Lupi scelse Zappino nell’estate del 2011, un portiere brasiliano dalla grande esperienza nel calcio italiano, ma a centrocampo decise di affidare le chiavi del reparto a Frara, una scelta rivelatasi vincente. L’anno dopo blindò la retroguardia con Blanchard, un difensore arcigno col vizio del gol che a luglio 2014 cercò di convincere a sposare il progetto-Cosenza, e col terzino destro Bertoncini. In mediana, invece, confermò Gucher: un centrocampista sette-polmoni austriaco che aveva bisogno di fiducia. In attacco si affidò a Curiale, che dopo 9 gol quest’anno in gialloblù, ha deciso di passare al Trapani nel rush finale. Dal vivaio furono promossi elementi divenuti nel tempo pedine fondamentali della prima squadra: è il caso del centrocampista Gori, della promettente ala sinistra Paganini o del mediano Altobelli passato all’Ascoli nel mercato invernale.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts