Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ecco il nuovo girone C. Ma occhio ai ripescaggi…

Cosenza, ecco il nuovo girone C. Ma occhio ai ripescaggi…

Se tutto restasse invariato L’Aquila verrebbe inserita nel raggruppamento meridionale, ma Taranto, Rende e Monopoli stanno già preparando le fidejussioni. Per l’inchiesta “Dirty Soccer” rischiano grosso in tre.
cs-luparoma2Cosenza-Lupa Roma sarà un match che si riproporrà anche in futuro (foto mannarino)
Ormai ci siamo. Anche l’ultimo verdetto è arrivato ieri pomeriggio: la Lega Pro girone C ha iniziato a conformarsi per la stagione che inizierà il prossimo settembre. La Salernitana, arrivata prima nella stagione appena conclusa, raggiunge l’importante traguardo della Serie B mentre, Messina (che ha perso il playout contro la Reggina), Aversa Normanna e Savoia sono retrocesse nel limbo della Lega Nazionale Dilettanti. Il Matera, amargine di un grande campionato e di una lotteria playoff affrontata alla grande, giocherà ancora nella terza serie nazionale dopo aver perso soltanto ai rigori contro il Como, che invece duellerà con il Bassano per il salto tra i cadetti. 

DALLA D CON FURORE.
Ma chi prenderà il posto delle squadra promosse o retrocesse nel girone C che vedrà impegnato il Cosenza di Giorgio Roselli? Dalla LND arrivano le compagini dell’Akragas, della Fidelis Andria e della Lupa Castelli Romani. La formazione di Agrigento mancava dai professionisti da 21 anni. I ragazzi agli ordini di mister Feola sono stati letteralmente trascinati dalle marcature di Meloni e Catania che gli hanno permesso di inanellare un filotto di risultati importante per il fine della promozione, ma anche di giocarsi la finale per lo scudetto dilettanti vinta poi dal Siena grazie ai tiri dagli undici metri. La compagine pugliese di Andria, invece, dopo due anni di dilettantismo ritorna in Prima divisione. Gli uomini allenati da Favarin, hanno vinto in scioltezza il proprio girone di LND trascinati a suon di gol da Lattanzio e Olcese che, in due, hanno realizzato la bellezza di 27 gol. Un debutto assoluto, invece, è quello della quarta squadra della capitale che prende il nome di Lupa Castelli Romani. La società, nata solo due anni fa, si è resa protagonista di una doppia promozione dall’Eccellenza alla Lega Pro. Quest’anno, i ragazzi agli ordini di mister Gagliarducci, è stata trascinata alla promozione dalla vena realizzativa senza età di Mario La Cava e dal talentuoso esterno destro Boldrini.

OCCHIO AI RIPESCAGGI.
Dalla Serie B sono retrocesse solo squadre del nord quindi, per completare il girone meridionale di Lega Pro, i vertici della federazione dovranno attingere dal girone B appena concluso. Ipotizziamo L’Aquila, classificata settima la scorsa stagione nel ragguppamento centrale della Lega Pro, presente nel girone dei Lupi rossoblù. Ma sugli abruzzesi c’è la mannaia del calcioscommesse così come per Barletta e Vigor Lamezia. Allora occhio ai ripescaggi: il Taranto sta viaggiando come un treno nei playoff di D ed ha tutta l’intenzione di completare a prescindere il salto di categoria. Il Rende si è già mosso con gli istituti bancari dell’hinterland per assicurare alla Lega Pro la fidejussione che sarà richiesta, stessa cosa farà il Monopoli. Occhio, infine, anche al Messina che potrebbe ritrovarsi di nuovo ai nastri di partenza della vecchia Serie C dopo un’estate che si annuncia rovente. Di seguito ecco come ad oggi sarebbe il girone dei Lupi. (Francesco Pellicori)

Akragas
Barletta
Benevento
Casertana
Catanzaro
Cosenza
Fidelis Andria
Foggia
Ischia
Juve Stabia
L’Aquila
Lecce
Lupa Castelli Romani
Lupa Roma
Martina Franca
Melfi
Matera
Paganese
Reggina
Vigor Lamezia
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts