Tutte 728×90
Tutte 728×90

Abodi gela Guarascio: “Non cambieremo criteri di ripescaggio in B”. Ecco quali sono

Abodi gela Guarascio: “Non cambieremo criteri di ripescaggio in B”. Ecco quali sono

Ad un giorno dall’attesa assemblea il presidente spiega: “Non c’è altra soluzione, qualsiasi modifica potrebbe sembrare ritagliata a misura per qualcuno”. Il Cosenza avrebbe voluto inserire alcune modifiche.
abodi serie BIl presidente della Lega di Serie B ha parlato in un’intervista alla Gasport

Doccia fredda per il presidente del Cosenza e per tutte quelle squadre che dalla Lega Pro ambivano al salto di categoria estivo, sfruttando la propria solidità finanziaria e l’onorabilità del club. E’ il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi a chiudere le porte e a mettere dei paletti ben precisi. Stuzzicato sulla possibilità di un torneo cadetto groviera dopo i casi del Parma, del Catania e del Teramo, Abodi spiega alla Gasport che “domani in consiglio federale verranno definiti i criteri: non c’è altra soluzione che confermare quelli dell’anno scorso, altrimenti qualsiasi modifica sembrerebbe ritagliata su misura per qualcuno”. Le sue parole sono una chiusura totale, almeno per il Cosenza che non ha nascosto l’ambizione di far valere proprio domani in assemblea le proprie ragioni. Guarascio, in particolare, batteva su una serie di argomenti ritenuti legittimi a Via degli Stadi come la puntualità nei pagamenti, l’oculatezza finanziaria con cui viene gestita la società, l’assenza di punti di penalizzazione, l’estraneità ad ogni inchiesta della magistratura, le strutture, un settore giovanile in crescita e anche i risultati provenienti dal campo con la conquista della Coppa Italia. Abodi aggiunge: “Per il futuro cercheremo un punto di equilibrio, magari inserendo una preclusione per quei club che hanno subito illeciti amministrativi. Attenti, però, a non penalizzare il ricambio imprenditoriale: se i nuovi soci risanano il club, quale pegno devono pagare per quanto successo in passato?”. Il riferimento è chiaro e diretto al Brescia che ha cambiato proprietà ed ha subito urlato ai sette venti il cambio di direzione rispetto alla precedente gestione che ha collezionato segni meno in classifica. Quali erano allora i criteri di ammissione della stagione 2014/2015? Un anno fa sono stati esplicitati in maniera chiara nel comunicato 171/A emanato dalla Figc il 27 maggio 2014. Leggendo i contenuti a questo link, non emergono speranze per i rossoblù al contrario di quanto sarebbe accaduto qualora fossero state accolte le richieste di Guarascio. Probabile che non sarà possibile solo la riammissione di squadre che nelle stagioni 2013-14 e 2014-15 abbiano subito sanzioni per illecito sportivo. Insomma, i criteri adottati riguardano per il 50% la posizione in classifica, il 25% la biglietteria e il 25% la storia della società. Di altro, ad oggi, purtroppo per i fan rossoblù non c’è traccia.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it