Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio: “La società è cresciuta nel modo giusto, abbiamo fatto sforzi notevoli”

Guarascio: “La società è cresciuta nel modo giusto, abbiamo fatto sforzi notevoli”

Il numero uno rossoblù si è recato a Lorica per seguire la prima amichevole del suo nuovo Cosenza: “Mi hanno sorpreso tutti, i giovani hanno entusiasmo, il loro livello è alto ma è troppo presto per trarre valutazioni”. 
guarascio al sanvito
LORICA. A margine del primo test stagionale del nuovo Cosenza di Giorgio Roselli con la Rappresentativa Silana, il presidente rossoblù Eugenio Guarascio si è intrattenuto con i giornalisti per raccontare le prime impressioni sulla prima uscita della sua squadra: “Noi, come società, siamo cresciuti in modo armonico e giusto. Dobbiamo continuare su questa linea e solo agendo così daremo le giuste risposte ai nostri tifosi. Gli sforzi per costruire questa rosa sono stati notevoli, abbiamo fatto la nostra parte e sono certo che dalla campagna abbonamenti avremo delle risposte. La giovane età media dei nostri giocatori non è casuale, Meluso è stato bravo a seguire questa mia indicazione”.
E il Cosenza ha stretto rapporti con alcuni grandi club del nostro Paese, che ha permesso alla società rossoblù di portare qualche ragazzo interessante alla corte di Roselli: “Questa è una grande responsabilità che va gestita e mantenuta. I giovani che ci mandano hanno delle aspettative che dobbiamo essere all’altezza di soddisfare”. C’è ancora qualcosa da sistemare, come la sponsorizzazione per il prossimo campionato. Guarascio prende tempo: “Attendiamo di sapere da quante squadre sarà composto il campionato, speriamo che qualcosa si muova”.
Questi primi giorni di ritiro hanno messo in evidenza la grande accoglienza di Lorica: “Questa è una struttura immersa nella natura, è bene organizzata con un gran bel campo. Ne è rimasto soddisfatto anche mister Roselli ed è molto importante. Questo ci evita di andare in giro, come calabresi abbiamo il dovere di valorizzare le nostre località”. 
Un pensiero finale su Gigi Marulla, scomparso pochi giorni fa: “Per me era un punto di riferimento, avevamo in programma di incontrarci perché volevamo intensificare il rapporto per il settore giovanile. Lo stimavo, aveva dei valori che tutti condividiamo, era uno dei pochi con cui parlavo liberamente di calcio. Era umile nonostante sia stato un grande giocatore. Credo che tutta la tifoseria del Cosenza abbia perso un pezzo importante della propria storia”. (Emanuele Melfi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts