Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ventre non si pone limiti: “Sogno una ventina di partite e almeno 4-5 gol”

Ventre non si pone limiti: “Sogno una ventina di partite e almeno 4-5 gol”

L’esterno mancino prelevato dal Genoa spiega: “A Cosenza voglio provare le stesse sensazioni di quando ho vinto il Torneo di Viareggio con l’Inter. Sono un’ala sinistra, ma ho detto a Roselli che posso fare la seconda punta”.
ventre palla al piedeeL’esterno rossoblù Michael Ventre giocherà la sua prima stagione tra i professionisti
LORICA Il nuovo Cosenza allestito da Mauro Meluso può contare anche sull’imprevedibilità di Michael Ventre, esterno diciannovenne di proprietà del Genoa e arrivato in prestito in questa sessione di mercato. L’esterno ha riflettuto pochi giorni sulla scelta, poi ha accettato la proposta dei rossoblù. “Mi è bastato poco per convincermi a venire a Cosenza. Navigando su Youtube


ho visto l’entusiasmo della tifoseria e ho detto sì a Meluso. Questa è una piazza importante. Spero di ripagare la fiducia del tecnico e del club. Sono lusingato dalle parole pronunciate dal direttore Bega (l’ex difensore rossoblù, attuale direttore sportivo del settore giovanile del Genoa ha detto che “Ventre ha l’assist nel sangue” proprio a CosenzaChanne.it, ndr)”.
La sua vita da “grande” comincia in riva al Crati. Svezzato da Sanremese, Inter e Genoa, Ventre ha collezionato diverse presenze nelle varie selezioni azzurre giovanili. A 19 anni ha le idee molto chiare. “Per me è un anno importante, dopo la lunga trafila nelle categorie giovanili. Ringrazio il Cosenza perché mi ha dato l’opportunità di mettermi in mostra tra i professionisti. Spero di trovare spazio e integrarmi bene nel gruppo. Mi sono fissato degli obiettivi. Vorrei raggiungere quota 20 presenze e realizzare 4-5 reti”.
Nello scacchiere tattico dei Lupi dovrebbe essere impiegato da esterno mancino, ma potrebbe trovare spazio pure altrove. “Il mio ruolo naturale è quello di esterno sinistro. Ho parlato con Roselli e gli ho già spiegato che posso adattarmi anche a giocare da seconda punta. Vincere il Torneo di Viareggio per me è stata un’emozione grandissima e spero di provare le stesse sensazioni anche in rossoblù”.
Infine, rivela un retroscena. “Ho origini calabresi. La mia famiglia paterna è di Gioia Tauro, pertanto la Calabria era nel mio destino”.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts