Tutte 728×90
Tutte 728×90

Consiglio Federale: Brescia ripescato in B, Abinoleffe e Pordenone in Lega Pro

Consiglio Federale: Brescia ripescato in B, Abinoleffe e Pordenone in Lega Pro

Le rondinelle ritrovano subito la serie cadetta dopo la retrocessione dello scorso maggio. La Lega Pro sarà a 54 squadre e non più a 60 come lo scorso anno. Per quanto riguarda le ammonizioni la prima squalifica scatterà dalla quinta sanzione e non più dalla quarta come avveniva lo scorso anno.
sede figc
Sarà il Brescia a sostituire il Parma, dichiarato fallito e che ripartirà dalla serie D, nel prossimo campionato di B. Lo ha stabilito il Consiglio federale della Figc, che in base alla classifica sui tre parametri di ripescaggio (ultima classifica, bacino e tradizione del club), ha scelto il club lombardo a spese di Lecce e Cittadella, che ne avevano fatto domanda.
ALBINOLEFFE E PORDENONE IN LEGA PRO – Per quanto riguarda la Lega Pro, sono state ripescate AlbinoLeffe e Pordenone, mentre non è andata a buon fine la domanda del Seregno a causa di un problema legato all’impianto. A questo punto la Lega Pro è a 53 squadre, ma nei prossimi giorni il Consiglio federale provvederà al ripescaggio dell’ultimo club in base al criterio dello scorrimento delle classifiche della Serie D della scorsa stagione, in modo da andare a costituire tre gironi da 18 squadre.
TAVECCHIO: “LEGA PRO A 54 SCELTA POLITICA” – “Alla fine si dovrebbe arrivare a un campionato di 54 squadre, con tre gironi da 18. Una tosatura non di poco conto”. Lo dice il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, commentando la mancanza di 6 club in Lega Pro rispetto al format federale che vedrebbe 60 squadre rispetto alle 54 previste ora per il prossimo campionato. Quella della Lega Pro a 54 squadre, secondo il numero uno di via Allegri è “una scelta politica”. Per il posto lasciato vacante dalla mancata iscrizione del Castiglione, si andrà a scegliere in base alla classifica di merito della Serie D, dove attualmente al primo posto figura il Sestri Levante (che però non sembra ambire al ripescaggio), al secondo il Monopoli. Secondo Tavecchio nulla sarà comunque definitivo fino alle sentenze della giustizia sportiva sul Calcioscommesse: “In B ci va il Brescia – spiega il numero uno federale – dobbiamo aspettare i provvedimenti dei giudici, quelli in seconda istanza previsti per il 24 e 25 agosto. Le responsabilità dirette a cascata scenderanno dai campionati e poi si vedrà”. Per quanto riguarda le altre situazioni, in Serie D già ammesse Parma e Monza, in itinere Venezia, Grosseto e Reggina. In Eccellenza, ok a Varese e Barletta.
SQUALIFICA DAL QUINTO GIALLO – Dalla prossima stagione, per tutti i campionati dalla Serie A alla D, la prima squalifica per somma di ammonizioni scatterà dalla quinta e non più dalla quarta sanzione come lo scorso anno. Lo ha stabilito il Consiglio federale, che su proposta della Lega Serie A ha modificato l’articolo 19 comma 9 del
Codice di Giustizia sportiva in materia di sanzioni per cumulo di ammonizioni di calciatori. Dopo la quinta ammonizione, la successione delle squalifiche proseguirà dopo altre cinque ammonizioni, poi quattro, tre, due e una ammonizione. Inoltre il Consiglio federale, sempre su proposta della Serie A, ha deliberato oggi l’utilizzo dei due arbitri addizionali per le gare di campionato Serie A 2015/16, per la finale di Coppa Italia e Supercoppa. (repubblica.it)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it