Tutte 728×90
Tutte 728×90

Dirty Soccer, altri indagati e nuove gare nel mirino della Procura

Dirty Soccer, altri indagati e nuove gare nel mirino della Procura

Sono cinque le nuove partite (c’è Juve Stabia-Vigor Lamezia) che per gli inquirenti sono state alterate, mentre compare anche un agente Fifa tra i presunti responsabili delle combine.
campo deccellenza
La Polizia ha notificato 10 avvisi di garanzia emessi dalla Procura distrettuale Antimafia di Catanzaro in merito all’operazione “Dirty Soccer” relativa all’alterazione di cinque partite di Lega Pro della stagione 2014/15: indagati Ercole Di Nicola, direttore sportivo dell’Aquila all’epoca dei fatti; Raffaele Pietanza, uomo di fiducia di Massimiliano Carluccio, gia’ indagato nelle precedenti tranche dell’operazione; Vito Falconieri e Michele Nardi, ex calciatori del Santarcangelo; Felice Bellini, dirigente sportivo, e Sebastiano La Ferla, suo uomo di fiducia; Mauro Ulizio, ex direttore generale del Monza ed ex ‘socio occulto’ e direttore generale di fatto della Pro Patria; Tanja Djodrjevic, persona di fiducia del finanziatore delle combine Uros Milosavljevic; Massimiliano Solidoro, ex collaboratore tecnico del Savona; Andrea Bagnoli, procuratore, agente Fifa e dirigente del Tuttocuoio all’epoca dei fatti. Durante le indagini sono state accertate ulteriori combine nelle partite di Lega Pro, gironi B e C, Tuttocuoio-Gubbio (29/3/2015), Santarcangelo-Ascoli (25/4/2015), Gubbio Santarcangelo (19/4/2015), L’Aquila-Grosseto (3/5/2015) e Juve Stabia-Vigor Lamezia (3/5/2015). Gli indagati sono ritenuti responsabili del reato di frode nelle competizioni di calcio oggetto di concorso pronostici e/o scommesse.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it