Cosenza Calcio

Serena: “Cosenza, Raimondi farà impazzire i tifosi. E non va ingabbiato in discorsi tattici”

L’ex difensore di Juve e Inter, suo ultimo allenatore a Venezia, sottolinea: “Ha grandi doti tecniche che gli consentono giocate sensazionali, deve solo trovare continuità di rendimento”. 
serena veneziaL’allenatore del Feralpi Salò Michele Serena, l’anno scorso tecnico del Venezia di Raimondi
CosenzaChannel.it ha sentito in esclusiva l’attuale allenatore del Feralpi Salò, Michele Serena. L’ex difensore di Juventus (1989/’90), Atletico Madrid (1998/’99), Parma (1990/’00) e Inter (2000/’03) inizia la sua carriera da allenatore nel 2006 sedendo sulla panchina del Venezia fino al 2009. L’anno successivo viene scelto per allenare il Mantova ma la stagione, non fortunata, termina con la retrocessione in Prima Divisione. Nel gennaio del 2011 accetta la panchina del Grosseto. Al termine della stagione sportiva, dopo aver conquistato il quindicesimo posto in campionato, le strade del tecnico e della società toscana si dividono di comune accordo. Nell’ottobre 2011 siede sulla panchina dello Spezia e qui riesce a togliersi numerose soddisfazioni tra le quali la Coppa Italia Lega Pro e la promozione in Serie B. Nel Maggio dello stesso anno vince la Supercoppa di Lega di Prima Divisione battendo la Ternana. Nel gennaio del 2013, dopo un avvio altalenante, viene esonerato e sostituito da Atzori. La sua carriera da allenatore prosegue nel febbraio del 2014 quando sostituisce Bortolo Mutti a Padova. L’esperienza biancoscudata non si conclude nel migliore dei modi complice un terzultimo posto con conseguente retrocessione in Lega Pro. Nella stagione appena conclusa subentra a Dal Canto come tecnico dell’Unione Venezia. Sulla panchina veneta termina il campionato al dodicesimo posto conquistando una insperata salvezza. Molto, in termini di punti e assist, gli ha dato il nuovo acquisto rossoblù Andrea Raimondi.
Mister, il Cosenza ha preso Raimondi. Ha fatto bene?
“Penso che il Cosenza abbia fatto un ottimo acquisto. É un ragazzo molto talentuoso. Ha grandi doti tecniche che gli consentono giocate sensazionali, deve solo trovare continuità di rendimento”.
Ci descriva le sue caratteristiche, che tipo di seconda punta è?
“È un calciatore istintivo che va lasciato fare. Non va ingabbiato in grossi discorsi tattici. È una perfetta seconda punta, ma io l’ ho fatto giocare anche da prima. Destrezza, velocità e imprevedibilità sono le sue doti migliori. Riesce a fare gol incredibili ma anche sbagliarne altrettanti più semplici, ma fa parte del giocatore. Può giocare da seconda punta, come esterno alto e anche da quarto nel 4-4-2. È un giocatore molto duttile che fa la fortuna degli allenatori”.
Il Cosenza adotterà un 4-4-2 dove il numero nove è Arrighini. È Raimondi il suo partner ideale per dare l’assalto alle prime posizioni?
“Con Arrighini è un attacco da prime posizioni. Si compensano a vicenda. Anche se il campo darà le risposte necessarie, ad agosto, dico che è un grande attacco per la categoria”.
Ci ha parlato molto bene di Raimondi , ma se dovesse trovare il pelo nell’uovo, da cosa metterebbe in guardia i tifosi rossoblù?
“I tifosi da niente. Ha i colpi necessari per farsi volere bene dal pubblico. A Venezia era l’idolo della gente. Ha le giocate che entusiasmano il pubblico e i tifosi possono stare sereni su questo punto di vista”.
Che stagione sarà in Lega Pro? Ci dica le tre favorite al nord, centro e sud.
“Quelle dell’anno scorso. Lecce, Benevento, Ascoli, Alessandria, Pavia e Cittadella. La Lega pro sta diventando una “B2″. Ci sono squadre retrocesse che tenteranno di risalire subito anche per discorsi economici. Poi ovviamente, come ogni anno, ci saranno delle sorprese sia in positivo che in negativo. Come dico sempre il campo sarà il giudice”. (Francesco Pellicori)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina