Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Solo applausi per Meluso e Roselli. E se arrivasse un altro difensore…”

Gagliardi: “Solo applausi per Meluso e Roselli. E se arrivasse un altro difensore…”

L’ex tecnico del Cosenza esprime un giudizio positivo sull’estate dei Lupi: “Anche a costo di scelte impopolari e dolorese come il taglio di Calderini, si è voluto dare un’impronta precisa allo spogliatoio. Il ds ha ottimizzato le spese”.
gagliardi contro montalto ritornoL’ex di Cosenza e Triestina Gianluca Gagliardi è rimasto un tifoso rossoblù (foto mannarino)
Gianluca Gagliardi dopo la brillante esperienza vissuta sulla panchina del Cosenza nella stagione 2012-2013, l’anno scorso ha ricoperto l’incarico di allenatore della Triestina in una situazione complicata riuscendo comunque a distinguersi positivamente. Nella calda estate 2015 attende la chiamata giusta e resta alla finestra per quelle formazioni che ancora non sanno che campionato disputare. Da tifoso rossoblù, tuttavia, non si tira indietro davanti a qualche domanda su quella che è la sua squadra del cuore. “Sono soddisfatto di come stanno andando le cose – spiega – In un tutta onestà mi sento di esprimere sicuramente un giudizio positivo sulla campagna acquisti fatta dai Lupi”.
Gagliardi, cosa manca per competere a buoni livelli?
“Beh, il mercato diventerebbe ottimo se si completasse la linea difensiva con un elemento dal piede mancino. Io parlo basandomi sulle caratteristiche dei singoli calciatori e siccome Soprano e Blondett sono destri, un marcatore dal piede sinistro che detti i tempi da dietro potrebbe davvero blindare la retroguardia di Roselli”.
In questa fase viene adattato Pinna al fianco di Tedeschi. Che ne pensa?
“L’ho visto giocare un paio di volte nello scorso campionato, ma mi colpì particolarmente la buona spinta in fase offensiva: è un ragazzo che sa coprire tutta la fascia. Probabilmente darà molte garanzie a livello tattico, ma un’opinione completa potrebbe derivare soltanto da una costante osservazione in allenamento giorno dopo giorno”.
Il centrocampo sembra ben assortito, è d’accordo?
“Credo che il livello della mediana rossoblù sia uguale a quello dello scorso torneo. C’è un Fiordilino in più che pare essere un buon concentrato di quantità e qualità. Può tornare utile pertanto. Numericamente è il sostituto di Fornito e va bene così”.
A stuzzicare le fantasie dei tifosi è l’attacco. Anche per lei stessa sensazione?
“Sì, è una prima linea affascinante. Raimondi è perfetto per integrarsi con un centravanti come Arrighini. Ha le qualità per esaltare il pubblico del San Vito: ha nelle corde grandi giocate e assist vincenti, ma non è un bomber. Arrighini è arrivato alla prova del nove. Ha colpito tutti quanti con la maglia del Pontedera, però deve riscattare l’ultima stagione vissuta tra alti e bassi. E’ un cannoniere vero, spetta a lui dimostrarlo”.
L’età media della squadra è bassa, può essere un ostacolo per le zone alte della classifica?
“Per me invece è un aspetto positivo perché si parla di ragazzi di 23-24 anni. Roselli ha a disposizione un gruppo solido, specialmente a livello umano. La sensazione è che sia un organico di bravi ragazzi e il merito più grande del tecnico è aver creato uno spogliatoio di uomini che parla sempre di meriti collettivi e mai individualmente. Nelle scelte dei singoli, talvolta anche impopolari e dolorose come il taglio di Calderini, si è voluto dare un’impronta incentrata su questo aspetto. Sono del parere che una partita vinta può essere anche frutto di un’invenzione, ma alla lunga i risultati si ottengono da squadra vera”.
Il ds Meluso ha dimostrato buone capacità. Che giudizio ha di lui?
“Meluso sta continuando il percorso tracciato un anno fa. Adesso ha tratto il massimo dal mercato basandosi sulle risorse della società. Per un direttore sportivo far quadrare i conti prendendo gente di grande qualità è la cosa più difficile. Lo ammiro perché lavora in silenzio: si vede poco e compare ancora meno, ma riesce ad essere una buona spugna viste le difficoltà che incontra ogni giorno”.
Che campionato sarà?
“Mi auguro davvero importante in modo da dedicarlo a Gigi Marulla. A Kevin, a sua sorella Ylenia e alla mamma Antonella va tutta la mia vicinanza”. (Antonio Clausi)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts