Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro, un altro fronte caldo viene dalla D. Monopoli ad un passo dall’ammissione

Lega Pro, un altro fronte caldo viene dalla D. Monopoli ad un passo dall’ammissione

Per sostituire il Castiglione non serve il mezzo milione a fondo perduto e i pugliesi sono pronti al salto di categoria, ma altri sodalizi presenteranno ricorsi per ripristinare il format a 60 squadre. Spera anche il Rende?
vicenza-cosenza2Il terzino del Cosenza Pinna in contrasto con l’esterno destro del Vicenza Vita (foto Trogu)
Si riaccende la corsa per la partecipazione al torneo di Lega Pro perché con il comunicato 89/A la Figc dà una speranza in più (anzi una certezza) ai club che ambiscono al professionismo. C’è il posto lasciato libero dal Castiglione, società che ha vinto il campionato di appartenenza e in quanto tale facente parte dei nove nominativi indicati dalla D. Se dai dilettanti Albinoleffe e Pordenone hanno già strappato il visto depositando 500mila euro a fondo perduto e la fidejussione relativa, ora Monopoli, Taranto e Viterbese sono pronte a darsi battaglia per godere dei diritti che spettavano proprio al rinunciatario Castiglione. Paradossalmente anche il Rende potrebbe mettersi in fila sperando in una defezione delle antagoniste, ma servirebbe un miracolo vero. La novità, ma sta nella logica delle cose, è che nel caso in questione non servirà la tassa di mezzo milione da versare a fondo perduto e da depositare a Firenze. Il Castiglione, da prima classificata, avrebbe potuto regolarizzare la propria posizione in modo tradizionale, mentre ora tale beneficio dovrebbe spettare in prima battuta al Monopoli. Sia chiaro, si tratterà di un’ammissione in piena regola e non di un ripescaggio perché la Lnd è tenuta ad indicare sempre 9 squadre “vincitrici”. “Le società interessate a sostituire la società F.C. Castiglione S.r.l. – si legge nel comunicato ufficiale della Figc – dovranno documentare, entro il 24 agosto 2015, ore 19:00, di essere in possesso dei requisiti di ammissibilità al Campionato di Divisione Unica-Lega Pro, previsti dal Sistema delle Licenze Nazionali di cui al Comunicato Ufficiale n. 239/A del 27 aprile 2015 e presentare entro il suddetto termine perentorio del 24 agosto 2015, ore 19, apposita domanda alla F.I.G.C. ed alla Lega Italiana Calcio Professionistico, corredata dalla documentazione, dalla domanda di ammissione al Campionato di Divisione Unica-Lega Pro 2015/2016, unitamente alla tassa di iscrizione al medesimo campionato; – dall’originale della garanzia a favore della Lega Italiana Calcio Professionistico da fornirsi esclusivamente attraverso fideiussione bancaria a prima richiesta dell’importo di euro 400mila rilasciata da banche che figurino nell’albo delle Banche tenuto dalla Banca d’Italia, secondo le prescrizioni previste”. Nel frattempo sembra aprirsi un altro fronte fatto di ricorsi: Viterbese e Taranto vorrebbero che il format della Lega Pro restasse a 60 squadre in modo da potervi accedere.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it