Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli a Mosciaro: “Pronto a offrirgli una pizza, ma né giro la testa e né l’abbasso”

Roselli a Mosciaro: “Pronto a offrirgli una pizza, ma né giro la testa e né l’abbasso”

Il tecnico del Cosenza torna sull’intervista dell’ex capitano dei Lupi ed aggiunge: “A Paola non ci siamo incrociati e non ho nulla contro di lui, così come lui non ha niente contro di me”.
roselli fischiaGiorgio Roselli durante l’allenamento di questa mattina al Sanvitino (foto mannarino)
Le parole di Manolo Mosciaro (clicca qui) non sono passate inosservate e, a margine dell’allenamento mattutino disputato al Sanvitino, il tecnico del Cosenza Giorgio Roselli ha inteso precisare alcuni concetti. “Salutare per me è questione di educazione – ha sottolineato – Lo faccio anche con chi in passato non si è comportato bene con il sottoscritto”. Il trainer umbro si è poi rivolto direttamente all’ex capitano dei Lupi. “Mosciaro è un bravissimo ragazzo e ad Aversa abbiamo parlato venti minuti. Domenica a Paola non ci siamo incrociati e non ho nulla contro di lui, così come lui non ha niente contro di me. L’anno scorso ho fatto altre scelte funzionali al progetto, ma è il mio mestiere e se non le facessi non potrei esercitare questa professione”. Il titolare della panchina del San Vito poi conclude ribadendo il concetto e tende una mano al centravanti del Rende. “La cosa che mi dispiace è che io non solo non ho mai girato la faccia nei confronti di nessuno, ma non l’ho neppure mai abbassata. Ad ogni modo sono pronto a salutarlo in qualsiasi momento e ad offrirgli anche una pizza e una birra. Ogni mio ex calciatore avrà sempre la mia stima, che abbia giocato un minuto o tutte quante le partite”.
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts