Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ammissibile il ricorso del Seregno per una Lega Pro a 60. Carta straccia i calendari di oggi?

Ammissibile il ricorso del Seregno per una Lega Pro a 60. Carta straccia i calendari di oggi?

Alle 11 il Cosenza conoscerà il proprio cammino, ma il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport ha fissato l’udienza per i brianzoli il 3 settembre al Coni. L’esito potrebbe sconvolgere ogni cosa.
ascoli-cosenza
Il Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport, Franco Frattini, ha disposto, con un decreto, la fissazione dell’udienza relativa al ricorso del Seregno contro la F.I.G.C, il 3 settembre, dinanzi alle Sezioni Unite (a partire dalle ore 10.30). La societa’ ha fatto ricorso contro la delibera del Presidente Federale del 7 agosto, con la quale è stato fissato il termine entro cui le società interessate alla sostituzione, ai sensi dell’art. 49, lett. C, NOIF, della societa’ F.C. Castiglione S.r.l., rinunciataria al Campionato Divisione Unica Lega Pro, devono presentare le domande ed effettuare i relativi adempimenti al fine di consentire alla Lega Nazionale Dilettanti di esprimere la nona squadra da promuovere in Lega Pro. Il ricorso è stato affidato allo studio dell’avvocato Di Cintio, lo stesso che un anno fa fece portare a 22 il numero delle società in serie B. Il ricorso al Collegio di Garanzia del Coni contro la Federcalcio, preparato da Di Cintio sulla base del caso-Novara, si basa sull’articolo 49 delle Noif, secondo cui il numero dei club che devono partecipare alla prossima Lega Pro è fissato in 60 e che nessuna delibera è stata emessa dal Consiglio Federale per modificare tale numero. Nel ricorso viene anche chiesto di abbreviare i tempi del giudizio, rinviando l’inizio dei campionati finché non arriverà la sentenza del Coni. Ma nonostante quanto successo ieri, la Lega Pro oggi a partire dalle 11 (diretta su Sportube) diramerà i calendari dei tre gironi che rischiano di diventare carta straccia da qui a qualche giorno. Gli interrogativi sul prossimo volto del campionato restano tanti. In primis, si attende l’esito dei processi d’appello per vedere se saranno confermate o no le sentenze di primo grado (Catania retrocesso in Lega Pro, Teramo e Savona in D, evitata la responsabilità diretta per Torres e Vigor Lamezia; Entella ed Ascoli verrebbero riammesse in B, Gubbio e Forlì in Lega Pro). La Corte Federale ha comunicato il calendario delle udienze in programma oggi e domani all’NH Hotel di Roma: alle 14.30 il Catania ed alle 16 Teramo e Savona; domani alle 9.30 il filone “dirty soccer” (quindi i casi di Torres e Vigor). I verdetti sono attesi entro domenica, perchè lunedì il Consiglio Federale dovrà ufficializzare i ripescaggi. Ad ogni modo sul campionato di Lega Pro pesa una seria minaccia, quella del rinvio. Monopoli, Taranto, Viterbese, Seregno, Sambenedettese e Fondi hanno presentato domanda di ammissione, ed in teoria ne verrà scelta una sola (il Monopoli) per sostituire il Castiglione, rinunciatario, ed arrivare a 54 squadre. Il problema è che la Lega Pro potrebbe anche essere riportata a 60 squadre (con Messina, Aversa Normanna e Pro Patria in corsa).
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts