Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Martina: le pagelle

Cosenza-Martina: le pagelle

Corsi migliore in campo: non solo si procura il rigore e finisce ko, ma sulla destra si sovrappone di continuo. Difesa solida, Perina risponde presente. La Mantia c’è.

Partita molto tirata al Marulla per i rossoblù, bravi a trovare nel finale la via della rete che ha fatto esplodere uno stadio che non ha mai smesso di sostenere il Cosenza. La difesa e Perina hanno rischiato davvero poco, mentre il centrocampo ha retto per gran parte del match con un baricentro alto. Un po’ spuntato l’attacco, ma c’erano le attenuanti del caso. (Antonio Clausi)

PERINA: VOTO 6.5 Risponde presente su una punizione maligna di Bogliacino e si fa sentire su ogni pallone che entra in area di rigore.
CORSI: VOTO 7 (il migliore) Partita di grande sacrificio. Finché ce la fa si sovrappone a Criaco per cercare il cross. Si procura il rigore decisivo, finisce con una spalla lussata.
TEDESCHI: VOTO 6.5 Controlla agevolmente Baclet svettando sulle palle alte. Tiene lontana dalla porta la sua difesa e “tira le orecchie” agli avversari che simulano o perdono tempo.
BLONDETT: VOTO 6 Buona partita anche la sua, bravo talvolta a sbrogliare delle matasse con la forza esplosiva che lo contraddistingue.
CIANCIO: VOTO 6 Di chilometri ne avrà percorso più di chiunque altro, ma spesso sul più bello è venuto meno.
CRIACO: VOTO 6 Nel primo tempo strappa gli applausi del pubblico con un giochetto d’alta scuola. Nella ripresa fa il trequartista, ma aveva finito la benzina.
ARRIGONI: VOTO 6.5 Gestisce con maestria ogni operazione, chiama Viotti al volo plastico e cerca di duellare con l’ottimo Cristofari.
CACCETTA: VOTO 6 Non riesce a trovare il varco giusto per inserirsi a dovere tra le maglie gialle e sbaglia qualche appoggio. Finisce da centrale.
GUERRIERA: VOTO 6 Un cavallo di razza che quando accelera fa il solco. Corre tantissimo ed esce stremato.
ARRIGHINI: VOTO 5.5 (il peggiore) Si nota poco perché le aspettative su di lui erano altissime. Deve trovare la migliore condizione.
LA MANTIA: VOTO 7 Freddissimo dal dischetto, ma anche il più attivo in prima linea. Pronto a far la guerra, a giocare di sponda e a tentare conclusioni acrobatiche.
ROSELLI: VOTO 6.5 Ha impostato la gara nel modo giusto, sapendo che ci sarebbe voluta tanta pazienza per scardinare la retroguardia del Martina. Gli ingressi di Raimondi e Statella sortiscono gli effetti sperati.

Subentrati
FIORDILINO: VOTO 6 E’ a suo agio al centro del campo come se avesse 30 anni. “Non è per nulla una riserva”, Roselli docet.
RAIMONDI: VOTO 6 Sfiora il gol dopo pochi minuti dal suo ingresso, ma in squadra è quello con meno birra.
STATELLA: VOTO 6 Era importante recuperarlo. Un paio di accelerazione delle sue si sono viste.

Related posts