Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza furibondo. Meluso: “Mortificata una società che fa le cose per bene”

Cosenza furibondo. Meluso: “Mortificata una società che fa le cose per bene”

Il direttore sportivo dei rossoblù annuncia che per 15 giorni resterà in silenzio in forma di protesta. “E’ qualcosa di ingiusto, sebbene il provvedimento sia esteso a tutti club che debbano completare l’iscrizione”

di Antonio Clausi
La reazione del Cosenza non si è fatta attendere ed arriva per bocca del suo direttore sportivo. Mauro Meluso, appresa la notizia del rinvio del match di Catania a causa della proroga concessa sull’iscrizione agli etnei e alle altre formazioni ammesse in Lega Pro dopo i processi sportivi (clicca qui), è andato giù duro. “Per evitare di correre il rischio di danneggiare il mio club, attuerò una sola forma di protesta – spiega il ds – Me ne starò in silenzio per 15 giorni, così non farò danni”. Il timbro della voce è vibrante, segno che a Via degli Stadi nessuno l’ha presa bene. “Nonostante sia un provvedimento generalizzato ed esteso anche a Messina e Monopoli, trovo assurda una decisione del genere. E’ stata mortificata la città di Cosenza, la tifoseria del Cosenza e la società del Cosenza. Perché noi siamo una società che fa le cose per bene…”. Anche l’allenatore Giorgio Roselli non avrà gradito per nulla la decisione di rinviare a data da destinarsi il prossimo incontro. La sua squadra stava lavorando per trovare il ritmo partita, mentre adesso il trainer umbro sarà costretto a rivedere i propri programmi. Per domenica sarà molto complicato, inoltre, organizzare un’amichevole di un certo livello: sono iniziati tutti i campionati regionali.

Related posts