Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nessuna convenzione per il San Vito. il Comune chiede un ticket al Cosenza

Nessuna convenzione per il San Vito. il Comune chiede un ticket al Cosenza

Palazzo dei Bruzi, minacciando la revoca della concessione per l’utilizzo dello stadio, torna a sollecitare Guarascio per ciò che concerne la gestione ordinaria dello stesso. 

Non c’è pace per il San Vito, il Sanvitino e tutto ciò che ruota intorno all’impianto di Via degli Stadi. Della convenzione tanto sbandierata da Palazzo dei Bruzi e dal Cosenza Calcio non c’è più traccia. Non può trattarsi certo di un caso di sciatteria, pertanto le divergenze sono, come sempre in casi del genere, di natura economica. A dicembre saranno due anni esatti da quando per la prima volta le parti cercarono un’intesa di massima. Ricordate? Erano i tempi in cui saltavano luce e gas di continuo allo stadio: problemi legati ad un vecchio contenzioso con la società erogatrice di energia elettrica. Per evitare il ripetersi di episodi simili, l’amministrazione comunale disse al club rossoblù che non era più intenzionata a far passare in sordina “l’affitto non pagato”. Il trattamento straordinario riservato al Cosenza Calcio da sempre (nessuna dirigenza ha mai corrisposto nulla al comune, ndr) ha fatto storcere il naso in tempi di spending-review a molti cittadini. E’ questo che ha indotto a più riprese la Commissione Sport a rispolverare un argomento su cui da Via degli Stadi si tende a glissare. L’accordo di base avrebbe destinato i consumi dell’elettricità, dell’acqua e del gas a carico dei rossoblù e la manutenzione della struttura a carico dell’ente pubblico. Ieri mattina – secondo quanto riportato dal Garantista oggi – l’assessore Carmine Vizza, durante la seduta consiliare dedicata alla medesima materia, ha ribadito il concetto: o il Cosenza paga il ticket di 1600 euro (a partita) o si prenderà in considerazione la possibilità di revocare la concessione. In ballo c’è anche il Sanvitino, per cui i lavori di ammodernamento dovrebbero partire a fine settembre. Rispetto ad un anno fa non sarà rinnovato il permesso alla scuola calcio “Denis Bergamini” per l’utilizzo gratuito del campo da gioco. Nella scorsa stasgione vi si allenavano i ragazzini, ora l’intenzione di Vizza va in direzione contraria a quella presa dodici mesi orsono da Manna. L’intenzione è di non stimolare competizioni pericolose con altre associazioni sportive. In più partiranno i lavori e sarà inutilizzabile per diversi mesi, giusto?

Related posts