Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, svolta a sinistra

Cosenza, svolta a sinistra

Nel test con la Berretti Roselli olia i meccanismi della catena mancina composta dai rientranti Pinna e Statella: toccherà a loro giocare contro l’Akragas domenica prossima.

E’ stata una simulazione vera, con Roselli che di sovente ha fermato l’amichevole per impartire indicazioni ai suoi uomini, compresi i baby prestati alla Berretti di Tortelli per alzare il livello del test. Dopo il no del Monopoli il tecnico cercava un avversario di buon rango, ma con tutti i campionati già partiti è stata impresa impossibile. A margine di un breve riscaldamento sotto un sole che è tornato a picchiare forte dopo le piogge dei giorni scorsi, il trainer umbro ha schierato il consueto 4-4-2. Le novità sono state rappresentata da Statella, finalmente recuperato pienamente e pronto a prendere possesso della fascia sinistra, e da Pinna che ha giocato qualche metro più indietro. Dall’altra parte Criaco, che però spesso e volentieri si accentrava quando l’azione si sviluppava sull’out mancino. In mezzo solita diga formata da Caccetta e Arrigoni. In avanti Arrighini e La Mantia ad oggi sembrano intoccabili, così come Tedeschi in difesa. Con lui completavano il reparto Ciancio e il centrale Blondett. Dall’altra parte spazio, tra gli altri, a Saracco, Novello, Gaudio, Bilotta, Soprano e Di Somma. Il punteggio prima del break è stato fissato sul 4-1 dalle marcature dell’ex centravanti del Pontedera, di Statella, La Mantia e Criaco. Nella ripresa, invece, l’abito indossato dai rossoblù è cambiato quasi completamente. In difesa Guerriera ha preso il posto di Ciancio, Soprano e Di Somma hanno sostituito Blondett e Tedeschi, mentre Pinna è rimasto al proprio posto. Centrocampo con Statella dirottato a destra per far spazio a Ventre e regia affidata a Fiordilino, coadiuvato nelle operazioni di impostazione da Ruffolo. Sulla prima linea, al fianco di Arrighini, c’era Vutov fresco del gol realizzato con la nazionale bulgara under 21. Fermi Raimondi e Corsi, si riprenderà martedì pomeriggio con Roselli che vorrebbe riaverli a disposizione. Ma è impresa difficile. Nel frattempo due giorni di pausa per ricaricare pile, poi massima concentrazione in vista del match con l’Akragas di domenica (fischio d’inizio ore 14).

Related posts