Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Il Messina si difende bene. Al Catanzaro penserò dopo”

Roselli: “Il Messina si difende bene. Al Catanzaro penserò dopo”

Il tecnico: “Siamo soddisfatti dell’inizio stagione. Le defezioni? Per il Cosenza sarebbe un guaio se mancassero quattro calciatori in una volta sola. Per adesso siamo tranquilli”.

COSENZA Una settimana per nulla facile per il tecnico rossoblù che si è trovato costretto a far fronte ad una serie di defezioni che incideranno inevitabilmente sul match di domani a Messina. Ultimo in ordine di tempo è La Mantia. “E’ un giocatore importante come Caccetta e Raimondi. Non so se giocherà, ma per lui vale lo stesso discorso del capitano: preferisco che salti la gara di domani e sia a disposizione domenica prossima. Guai a forzare e rischiare di perderli per più tempo”. Al posto del centravanti è pronto Vutov, dato che in mediana toccherà a Corsi. “Raimondi è recuperato, ma per un breve lasso di tempo. Ha mezzora di autonomia, è importante gestirlo passo dopo passo. La risonanza ha escluso problemi seri, ma non lo utilizzerò quasi mai dell’inizio fin quando non concluderà il lavoro personalizzato”.

[quote_left]“Ad Arrighini ho detto che se ha fatto due gol in quattro match, la proiezione è di 17 in 34: cose da capo-cannoniere. Stia sereno”[/quote_left]KEEP CALM. In infermeria, pertanto, non c’è un attimo di tregua. “La nostra speranza è sempre stata di avere pochi infortuni, ma perdere un paio di pedine a domenica è fisiologico. Sarebbe un guaio se ne mancassero quattro o cinque in un colpo solo. Le defezioni settimanali? Incidono sempre sulla partita purtroppo”. Al fianco del talento bulgaro ci sarà Arrighini. “Ho parlato con lui, gli manca il gol. Mi sono però permesso di sottolineare che i numeri dicono altro. Ha fatto quattro gare ufficiali e realizzato due reti: la proiezione su 34 match è di 17 centri, roba da capo-cannoniere. Dico ciò perché serve ottimismo nella vita e nello sport. Siamo contenti di questo inizio campionato, ma bisogna restare concentrati su quella che è la nostra realtà”. In difesa non dovrebbero esserci grosse novità con la conferma in blocco di Ciancio, Tedeschi, Blondett e Pinna. A centrocampo completano il pacchetto Arrigoni in cabina di regia, Criaco a destra e Statella sull’out mancino.

AVVERSARIO TOSTO. Al San Filippo il Cosenza si ritroverà di fronte un undici agguerrito. “Ho apprezzato il Messina a Benevento: non sono d’accordo con chi dice che si è difeso e basta. Si è difeso bene e lo ha fatto lontano dalla porta. Faccio i complimenti a Di Napoli che ha sfruttato al meglio i ritmi bassi del match. I loro calciatori vivono sulle ali dell’entusiasmo e giocheranno per la prima volta in casa. Sono passati dal 4-3-3 di Monopoli al 4-4-2 del Santa Colomba interpretando al meglio la fase di non possesso. Messina come viatico per Catanzaro? Penso ad una partita alla volta, ma so bene che il derby è sentito in un modo che ha pochi uguali in Italia”. (Antonio Clausi)

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it