Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cipolla entusiasta: “Una favola, me la godo fino a lunedì”

Cipolla entusiasta: “Una favola, me la godo fino a lunedì”

Il tecnico del Cosenza Futsal al settimo cielo: “Ci hanno chiamato Cenerentola, ma l’emozione provata è enorme. Ci serve maggiore rotazione, aspetto Botteghin e il tesseramento di Bissoni”.

La voce è rotta dall’emozione perché la realtà del calcio a cinque a Cosenza è ancora considerata di nicchia, per pochi amanti del settore. Pian piano, però, se l’interesse verso la squadra rossoblù sta crescendo è merito soprattutto di un allenatore cresciuto a due passi dallo stadio San Vito. Francesco Cipolla ha conquistato al suo esordio in Serie A una vittoria prestigiosa sulla panchina della squadra della sua città contro Montesilvano, un club che in bacheca vanta scudetti, Coppe Italia e Coppe dei Campioni. [quote_left]Scigliano è con me da quando eravamo in C2. Da cosentino dico che la sua rete in Serie A è un evento da enfatizzare e sottolineare[/quote_left]”Fa un grandissimo effetto per me, non lo nego – ha detto dopo il fischio finale – Sono partito dalla C2 e nel palazzetto più importante d’Italia questi ragazzi mi hanno regalato una gioia immensa. E’ un sogno vincere da matricola e da allenatore più giovane della Serie A in casa di chi in Italia ha scritto la storia del futsal. Ci hanno definito la Cenerentola del campionato, mai avrei pensato di poter tornare a casa con i tre punti. Mi godo il momento fino a lunedì, poi sarà già tempo di pensare alla prima uscita davanti ai nostri tifosi”. La sua squadra lo ha seguito alla lettera, schemi e movimenti sembravano telecomandati dalla panchina. “Non ci siamo fermai mai da metà agosto – spiega – Stiamo lavorando sodo per conquistare la salvezza, unico obiettivo della nostra società. Dobbiamo migliorare giorno dopo giorno, ma ieri ho spremuto fino all’ultima goccia di sudore i miei uomini. Abbiamo giocato con un solo cambio, mentre i nostri avversari hanno sfruttato tutti e 12 gli effettivi. In settimana riavrò a disposizione Botteghin e spero che venga tesserato Bissoni: ne ho davvero bisogno per aumentare la rotazione”. Altro motivo di grande orgoglio è stata la prestazione di Scigliano, unico cosentino in organico che ha vissuto un momento che ricorderà per tutta la vita. “E’ con me da quando eravamo in C2 – chiude Cipolla – La sua rete è un evento da enfatizzare e sottolineare. Spesso, probabilmente a ragione, i calcettisti italiani vengono dopo i brasiliani, mentre lui e il portiere Rotella sono parte integrante del nostro progetto. Abbiamo avuto la forza di scalare insieme le categorie e con coraggio entrambi hanno dimostrato a Montesilvano che le favole a volte esistono anche nella vita reale”.

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it