Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza sul mercato. Offerti Fabbro e Adobati, si valuta Kostadinovic

Cosenza sul mercato. Offerti Fabbro e Adobati, si valuta Kostadinovic

I rossoblù stavano per chiudere con Lebran, ma è finito al Savona. Alla lista dei papabili va aggiunto anche Capogrosso. La società cerca un vice-Tedeschi o un esterno di gamba.

 – di Antonio Clausi –
Il Cosenza tornerà sul mercato. O almeno ci proverà, perché non è affatto semplice trovare in giro qualcosa che possa fare al caso di Giorgio Roselli e l’esigenza non appare di vitale importanza. Negli ultimi giorni della sessione estiva l’attenzione della stampa si focalizzò sul pacchetto arretrato ed è in difesa che si vorrebbe mettere mano. Non tanto per portare al Marulla un top-player (in giro non ce ne sono e quelli liberi appartengono ad altra categoria), ma per garantire al trainer umbro un vice-Tedeschi o un esterno di gamba. Già il primo settembre avevamo parlato (clicca qui) di alcune trattative non andate a buon fine. Una di queste era con lo stopper dal fisico statuario Fabio Lebran (’87), visto al San Vito con la maglia del Como. Nella scorsa settimana i contatti erano stati riallacciati, ma un’offerta migliore del Savona lo ha convinto ad andare in Liguria. Nel frattempo al Cosenza sono stati fatti notare i profili di Alessandro Fabbro (’81) e Fabio Adobati (’88). Il primo è un difensore centrale esperto che nelle ultime tre stagioni ha giocato ad Avellino vincendo un torneo di Prima divisione e facendo il titolare in B. L’anno scorso, invece, solo 16 presenze, ma pare che non sia nelle grazie dello staff tecnico. Il secondo è cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta ed è passato poi al Como per finire un anno fa a Renate dove è sceso in campo 34 volte segnando una rete. Profili low-cost, in linea con le disponibilità economiche, sono quelli di Petar Kostadinovic (’92) e Gaetano Capogrosso (’89). Il croato è un elemento duttile che può ricoprire sia il ruolo di terzino che di centrale ed è conosciuto dagli sportivi di fede rossoblù per aver militato nella Vigor Lamezia. Capogrosso, infine, è un classico numero due che Roselli ha già allenato a Pavia. In Lombardia gli affidò la maglia da titolare, ma nelle esperienze successive con Bellaria, Torres e Pordenone ha avuto poca fortuna. Si è rilanciato a Venezia.

Related posts