Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Nella ripresa Cosenza alla pari del Catania”

Roselli: “Nella ripresa Cosenza alla pari del Catania”

Il tecnico: “All’inizio abbiamo sofferto l’ambiente del Massimino. La nostra rosa è leggermente corta, quindi capita qualche volta di andare in difficoltà. Fiordilino e Minardi sono affidabili”.

L’analisi di Giorgio Roselli a fine partita è lineare ed ammette, implicitamente, la differenza di valori tra Cosenza e Catania. “Noi dobbiamo dare sempre il 100%, lo abbiamo fatto ed è inutile chiedere di più – ha spiegato – Nella prima frazione abbiamo sofferto anche l’ambiente e lo stadio, siamo stati un po’ timorosi”. Passata la sfuriata dei padroni di casa, è uscita fuori la sua squadra. “Nella ripresa abbiamo giocato alla pari, io chiedo questo ai ragazzi. Le gare si possono vincere o perdere, ma lottare su ogni pallone non deve mai mancare. Non volevo vedere più prestazioni come quella di Messina”. A guardare la panchina del Catania con i vari Calderini, Castiglia, Musacci, Plasmati e Scarsella viene quasi da chiedersi come sia possibile. “La nostra rosa è leggermente corta, quindi capita qualche volta di andare in difficoltà – ammette – L’ingresso di Minardi? Lo conosco da poco, è un ragazzo affidabile, come Fiordilino. I ragazzi che hanno voglia qui avranno spazio, sopratutto se sono forti come loro due. Migliorare la testa vuol dire migliorare le prestazioni, dobbiamo dare continuità alla concentrazione perché è questo che nel calcio fa la differenza”. Ora la Casertana: “Abbiamo bisogno dei nostri tifosi perché fisicamente siamo un po’ in difficoltà, spero che il Marulla risponda come ha sempre fatto. Loro ci danno la forza giusta”.

Related posts