Cosenza Calcio

Comanda la Sicilia aspettando Casertana-Catania. I tabellini della Lega Pro/C

Il Messina sbanca Andria e vola in vetta. Alle sue spalle c’è clamorosamente l’Akragas di Legrottaglie. Risalgono la china Foggia e Lecce, mentre il Benevento non va oltre il pari a Matera.

Nella settima giornata del campionato di Lega Pro girone C la capolista Andria cade davanti al pubblico amico contro il Messina rivelazione di questo inizio di torneo. La formazione giallorossa espugna il terreno di gioco dei pugliesi grazie ad una rete di Barraco al 35’. Tutto facile per il Foggia che a Rieti batte la Lupa Castelli Romani per 4-0 in virtù della tripletta di Iemmello e dalla rete realizzata da Agnelli. Torna al successo il Lecce che al Via del Mare batte di misura l’Ischia. La rete del successo è di Papini al 47’.  Termina in parità la sfida del Menti di Castellamare di Stabia tra i padroni di casa ed il Cosenza. Rossoblù in vantaggio al 27’ con Criaco. Pareggio delle vespe al 29’ con Contessa. Prima vittoria stagionale per il Catanzaro che davanti al proprio pubblico conquista il successo grazie ad una rete di Ingretolli al 55’. Colpaccio dell’Akragas che espugna il terreno di gioco della Paganese per  1-0. In gol per la formazione siciliana Salandria al 59’. Vince il Monopoli davanti al proprio pubblico contro il Melfi per 2-1. Vantaggio pugliese al 13’ con Esposito. Pareggio dei lucani al 52’ con Longo. Gol vittoria per i padroni di casa di Croce al 78’. Termina, infine, a reti inviolate la sfida tra Matera e Benevento. La settima giornata si chiude lunedi con il big match tra Casertana e Catania. Ecco tutti i tabellini.

CATANZARO-MARTINA 1-0
CATANZARO (4-3-1-2): Grandi 6.5; Bernardi 5.5, Ricci 6, Moi 5.5, Squillace 6; Agnello 6, Maita 5.5 (11′ s.t. Giampa’ 6), Foresta 6 (39′ s.t. Selvatico s.v.); Taddei 6; Razzitti 6, Ingretolli 6.5 (25′ s.t. Mancuso 6). In panchina: Scuffia, Caselli, Orchi, Sirigu, Barillari, Kolawole, Caruso, Fulco, Priola Allenatore: D’Urso 6
MARTINA (4-2-3-1): Viotti 5.5; Marchetti 6.5, Migliaccio 6.5, Sirignano 6, Rullo 4.5; Viola 5.5 (29′ s.t. De Lucia s.v.), Basso 6; Schetter 6, Bogliacino 5.5 (37′ s.t. Gaetani s.v.), Franchini 6; Baclet 5.5 (23′ s.t. Cristea 5.5). In panchina: Simone, Danese, Giura, Cristofari, Gabrielloni, Zappacosta, Puntar, Gabrieli. Allenatore: Incocciati 5.5
ARBITRO: Vesprini di Macerata
RETE: 10′ st Ingretolli
NOTE: spettatori 1359 di cui abbonati 782, incasso di 11.314 euro. Ammoniti Sirignano, Schetter, Foresta, Razzitti, Giampa’, Marchetti, De Lucia, Rullo. Angoli 3-3.

F.ANDRIA-MESSINA 0-1
FIDELIS ANDRIA (4-4-2): Poluzzi 7.5; Tartaglia 5.5, Fissore 5.5 (18′ st Bangoura 6), Stendardo 4, Cortellini 6.5; Onescu 6, Bisoli 6.5, Piccinni 6 (39′ st Capellini sv), Morra 6 (26′ st Kristo sv); Grandolfo 6, Strambelli 6. In panchina: Cilli, Aya, Ferrero, Vittiglio, Alhassan, Cianci, Matera, Paterni. Allenatore: D’Angelo 5.5
MESSINA (4-4-2): Berardi 6.5; Frabotta 6.5, Burzigotti 7, Palumbo 6.5, De Vito 6.5; Zanini 6.5, Baccolo 6, Giorgione 6.5, Barraco 6.5 (30′ st Parisi sv); Tavares 6 (39′ st Fornito sv), Cocuzza 6 (17′ st Salvemini 6). In panchina: Addario, Bramati, Barilaro, Russo, Fusca. Allenatore: Di Napoli 7
ARBITRO: Baroni di Firenze
RETE: 35′ pt Barraco (rig.)
NOTE: Spettatori 2500 circa. Espulso: 34′ pt Stendardo per fallo su chiara occasione da gol. Ammoniti: Frabotta, Cocuzza, Palumbo. Angoli 4-3. Recupero: 2′, 4′.

LECCE-ISCHIA 1-0
LECCE (4-4-2): Perucchini 7.5, Lepore 5.5, Cosenza 5.5, Gigli 6.5 (20′ st. Camisa 6), Legittimo 6.5; Surraco s.v (31′ pt. Carrozza 6), Papini 6.5, De Feudis 6, Doumbia 6; Curiale 5.5 (30′ st. Liviero 6), Moscardell 6. In panchina: Bleve, Beduschi, Lo Bue, Pessina, Cicerello, Suciu, Diop, Vecsei All: Braglia 6
ISCHIA (4-1-4-1): Iuliano 5.5, Florio 5.5, Filosa 5, Moracci 6, Bruno 5 (40′ st Bargiggia sv); Meduri 6.5 (23′ st. Patti sv); Armeno 6, Palma 5.5 (36′ st. Manna sv), Izzillo 5,5, Calamai 5,5;, Orlando 6. In panchina: Mirarco, Guarino, Savi. All.: Bitetto 6
ARBITRO: D’Apice di Arezzo
RETE: 47′ pt Papini
NOTE: Pomeriggio di sole. Manto erboso in buone condizioni. Spettatori 7.847 (1.095 paganti) per un incasso totale di 35.339 euro. Ammoniti: Izzillo, Meduri, Patti, Cosenza e Carrozza. Angoli 10-5 per il Lecce. Recupero: 2′, 3′

LUPA CASTELLI ROMANI-FOGGIA 0-4
LUPA CASTELLI ROMANI (4-2-3-1): Tassi 4; Rosato 5.5, Aquaro 5, Mazzei 4, Carta 4.5; Crescenzo 4 (9’st Strasser 5), Icardi 5.5; Morbidelli 4.5 (37’st Montesi sv), Volpe 5 (9’st Mancini 4.5), Siclari 5; Scardina 5. In panchina: Scarfagna, De Gol, Petta, Lucarini, Ferrari, Ricamato, Mastropietro, Roberti. Allenatore: Galluzzo 4
FOGGIA (4-4-2): Narciso 6; De Almeida 7, Loiacono 6.5 (34’st De Giosa s.v.), Gigliotti 7, Di Chiara 6.5; Gerbo 7, Coletti 7, Agnelli 7.5 (19’st Riverola 7), Sarno 7; Iemmello 8, Floriano 6.5 (15’st Sainz-Maza 7). In panchina: Micaele, Agostinone, De Giosia, D’Allocco, Lodesani, Bollino, Viola, Sicurella, Tarolli. Allenatore: De Zerbi 7.5
ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina
RETI: 18′ pt Agnelli, 25′ pt e 42′ pt Iemmello, 19′ st Sainz-Maza
NOTE: terreno in buone condizioni, spettatori 500 circa per un incasso complessivo di 3000 euro. Ammoniti: Loiacono. Angoli: 3-3. Recupero: 0′, 3′.

PAGANESE-AKRAGAS 0-1
PAGANESE (4-3-1-2): Marruocco 5.5; M.Esposito 5, Schiavino 5.5, Magri 4.5, Bocchetti 5; Guerri 5 (45′ st De Feo sv), Grillo 5 (23′ st Berardino 5), Cicerelli 6 (43′ st Gurma sv); Deli 5; Caccavallo 5, Cunzi 5. In panchina: R. Esposito, Palomeque, Sorbo, Di Massa, Bernardini, Martiniello, Borsellini. Allenatore: Grassadonia 5
AKRAGAS (4-4-2): Maurantonio 6; Scrugli 6.5, Marino 6.5, Capuano 6, Sabatino 6.5; Salandria 7.5, Almiron 6 (30′ st Vicente sv), Zibert 5, Aloi 5; Di Piazza 6 (37′ st Mauri sv), Madonia 6 (24′ st Leonetti 6). In panchina: Vono, Roghi, Fiore, Lovric, Cristaldi Valbuena, Lo Monaco. Allenatore: Legrottaglie 6,5 ARBITRO: Tardino di Milano
RETE: 14′ st Salandria
NOTE: Serata umida, spettatori 800 circa. Ammoniti De Feo, Scrugli, Marino, Capuano, Zibert, Aloi. Angoli 7-3. Recupero: 1′, 3′.

MONOPOLI-MELFI 2-1
MONOPOLI ( 3-5-2): Pellegrino 6.5; Bei 4.5, Esposito 6.5, Ferrara 6.5; Luciani 6.5, Tarantino 6.5 Battaglia 7, Romano 6 (26′ st Rosafio 5), Pinto 6; Croce 7, Gambino 7 (46′ st Castaldo sv). In panchina: Tognoni, Ricucci, Difino, Djuric, Bellante, Guglielmi, Canalini, Maresca. Allenatore: Tangorra 7
MELFI (4-3-1-2): Santurro 8; Annoni 5.5, Di Nunzio 5.5, Cason 5.5, Nicolao 4.5; Maimone 5.5 (40′ st Finazzi sv) Giacomarro 6.5, Prezioso 5.5 (1′ st Canotto 6); Herrera 6, Tortolano 6.5, Longo 7 (22′ st Lescano 6). In panchina: Gagliardini, Amelio, Scognamiglio, Innocenti, Masini, Demontis, Masia, Zanotti, Madia. Allenatore: Palumbo 6
ARBITRO: Camplone di Pescara
RETI: 13′ pt Esposito (Mo), 7′ st Longo (Me), 34′ st Croce (Mo)
NOTE: Cielo sereno e campo in discrete condizioni. Spettatori 1500 circa (200 ospiti).Al 44′ st Gambino (Mon) si fa parare un rigore. Espulso al 43′ st Nicolao per comportamento non regolamentare. Ammoniti Bei, Di Nunzio. Angoli 3-3.Recupero pt 0′ st 3

MATERA-BENEVENTO 0-0
MATERA (3-4-3): Bifulco 5.5; Ingrosso 5.5, Zaffagnini 6.5, Piccinni 6.5; Di Lorenzo 6, Iannini 6, De Rose 5.5 (35′ st Armellino 5.5), Tomi 5.5 (21′ st Zanchi 6); Pagliarini 5 (12′ st Carretta 5), Regolanti 5, Letizia 4.5. In panchina: Biscarini, Rolando, Scognamillo, D’Angelo, De Franco, D’Agostino. Allenatore: Padalino 6.
BENEVENTO (3-4-3): Gori 6.5; Padella 5.5, Lucioni 6, Mattera 6; Melara 6, De Falco 5.5 (42′ st Cruciani 6), Del Pinto 6, Pezzi 5.5; Mazzeo 6, Marotta 5 (22′ st Campagnacci 5), Cisse’ 6 (31′ st Di Molfetta 5.5). In panchina: Piscitelli, Onifazi, Porcaro, Troiano, Son, Bianco, Mazzarani. Allenatore: Cassia 5.5 (Auteri squalificato).
ARBITRO: Ranaldi di Tivoli
NOTE: Spettatori 3.000 circa. Ammoniti: Padella, Marotta, Iannini. Angoli 6-5 per il Benevento. Recupero: 1′ e 4′.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina